Sono saliti a 64mila i casi di coronavirus nel mondo, con 1.384 vittime. Dagli ultimi dati riportati dalle autorità sanitarie, in Cina sono state registrate 1.380 morti, tra 63.851 casi, principalmente nella provincia di Hubei. A Hong Kong i casi registrati sono 51 e 1 decesso. In Giappone si contano 251 episodi, di cui 218 a bordo della nave da crociera ormeggiata a Yokohama, a Singapore 58, in Thailandia 33, in Corea del Sud 28. Negli Stati Uniti ammontano a 15, un cittadino americano è morto in Cina, e in Europa, in Germania sono 16, in Francia 11, nel Regno Unito 9, in Italia 3, in Russia 2, in Spagna 2, in Belgio 1, così come in Svezia e in Finlandia.

Nelle Filippine sono stati registrati 3 casi, incluso un decesso. Sono sei gli operatori sanitari morti a causa del coronavirus in Cina. Lo riporta il Global Time citando l’autorità sanitaria cinese. In tutto sono 1.716 gli operatori sanitari che risultano contagiati.

LA NAVE IN CAMBOGIA – Odissea finita dopo due settimane in mare. Sbarcano in Cambogia i passeggeri della nave da crociera MS Westerdam – con a bordo 2257 persone – a cui diversi paesi asiatici hanno negato la possibilità di attraccare per timori di possibile contagio da coronavirus. Il premier Hun Sen ha dato il benvenuto a un gruppo di turisti.