BLOG

Ripartiamo con il piede giusto, puntiamo sulle rinnovabili

Ambientalista
Ripartiamo con il piede giusto, puntiamo sulle rinnovabili

Per la Toscana l’energia geotermica rappresenta il 30% del fabbisogno energetico. In 4 comuni Monterotondo Marittimo, Montieri, Santa Fiora e Pomarance la produzione di energia geotermica supera il fabbisogno elettrico e termico per case ed uffici.
La geotermia è una grande opportunità per creare energia pulita, ridurre l’inquinamento e per offrire posti di lavoro.
Nonostante questo, lo scorso governo, a maggioranza 5stelle e Lega, ha bloccato gli incentivi sulla geotermia. In campagna elettorale dicevano che avrebbero bloccato gli incentivi sull’energia fossile, invece hanno fatto l’opposto tagliando sulle rinnovabili.
Bisogna dire la verità, qual è la situazione e cosa dobbiamo fare per prevenire una catastrofe.
Ad agosto abbiamo finito le risorse prodotte dal Pianeta per il 2020. Stiamo consumando le risorse del prossimo anno.
L’energia rinnovabile non è una moda da seguire per qualche anno. Investire nelle rinnovabili deve essere uno stile di vita, perché è parte della soluzione del grande problema della crisi climatica che nei prossimi decenni rischia di trasformare la Terra in un Pianeta molto più difficile da abitare.
Per non arrivare a questo punto, bisogna intervenire adesso. Lo sviluppo delle energie rinnovabili, e quindi della geotermia, è un quindi percorso obbligato.
La crisi climatica è la più grande crisi che l’umanità si sia trovata ad affrontare e se non facciamo niente ora, siamo rovinati.
Per evitare l’innalzamento globale della temperatura oltre 1,5 gradi centigradi ci restano davvero pochi anni.
Questo decennio è chiave per fare scelte politico-economiche di lungo periodo e aumentare investimenti in energie rinnovabili è una delle soluzioni. Dobbiamo arrivare nel 2030 ad avere un mix energetico con meno emissioni di CO2, con almeno il 32% di energia prodotta da rinnovabili, così come prevede l’Unione Europea.
Italia Viva sostiene con forza l’energia geotermica. Una scelta che va nella direzione giusta, di chi ha chiare le priorità del Paese e del Pianeta. Questa è la differenza fra un politico e uno statista: il primo pensa alle prossime elezioni, mentre lo statista pensa alle prossime generazioni.
Investire nelle rinnovabili è la strada per salvare il Pianeta e creare posti di lavoro.

Contenuti sponsorizzati

Commenti


SCOPRI TUTTI GLI AUTORI