BLOG

Tutti contro tutti, tema: Sinodo in Germania

Giornalista e saggista
Tutti contro tutti, tema: Sinodo in Germania

Tema: il Sinodo della Chiesa tedesca. Ultimo atto (per adesso), interviene il cardinale tedesco Walter Kasper, teologo di fama, ora in pensione, ed in una lunga intervista spiega il suo punto di vista assai critico verso quello che sta accadendo nella Chiesa in Germania, con il Sinodo in corso e le vagheggiate possibilità di “scisma”.

A dire la verità, lo “scisma” piacerebbe tanto a molti giornalisti, che si troverebbero a “coprire” un evento di cui non hanno memoria, essendo accaduto 500 anni fa e loro purtroppo non erano lì!

In ogni caso il cardinale Kasper non ha fatto i conti con l’acume e le analisi teologiche del prof. Andrea Grillo, che ne smonta le argomentazioni pezzo per pezzo.

Nell’intervista – spiega Grillo – il cardinale Kasper “rispolvera il più classico degli argomenti dell’antimodernismo: ‘perché il Cammino sinodale…non ha esaminato le questioni critiche alla luce del Vangelo?”. Per quanto importanti possano essere le nozioni delle scienze umane “la norma è solo Gesù Cristo, nessuno può porre un altro fondamento’. Per quello che ho letto del Cammino sinodale, mi pare che il riferimento alla ‘norma Gesù Cristo’ non sia mai mancato. Che da un uomo così colto e così prudente possa venire un argomento così rozzo sembra quasi incredibile. Se ad un Sinodo, per di più di natura nazionale, si oppone la obiezioni di ‘non seguire il Vangelo’ e di non avere ‘Cristo come norma’, si solleva una questione talmente viscerale e pesante, da screditare l’intero fenomeno, senza alcuna possibilità di appello. Di fatto si cade nella logica di una accusa ‘di scisma/eresia’, basata però su un grave pregiudizio. La domanda giusta da sollevare dovrebbe essere ‘quale mediazione istituzionale’ deve essere posta dalla Chiesa perché Gesù Cristo resti la norma? Come è possibile che il card. Kasper abbia dimenticato che il “mondo”, con il suo sapere e le sue forme di vita, non è solo ‘perdizione’ per lo Spirito, ma anche luogo dello Spirito”.

Insomma il cardinale Kasper ne esce proprio malconcio. Ma è il segno di quanto i problemi sono seri, soprattutto tra chi vorrebbe ingessare la realtà e la Chiesa mentre la spinta della Storia non si può certo ignorare…

Ma è meglio dare la parola direttamente al prof. Andrea Grillo e la sua analisi si può leggere qui.

SCOPRI TUTTI GLI AUTORI