C’è un nuovo sindaco a Bologna, anche se lo spoglio è ben lontano da essere concluso: Matteo Lepore viene dato vincitore al primo turno con ampio margine da tutte le proiezioni. Il primo dato certo è l’affluenza, in netto calo al 51,16%, in calo dell’8,5% rispetto alle ultime comunali quando alle urne si era recato il 59,6. Poi l’elaborazione consolidata Swg, con una copertura del 13% e un errore statistico dell’1,42% in più o in meno, incorona Lepore con il 62% e Fabio Battistini fermo al 28%.

Superate le prime 119 sezioni scrutinate a Bologna su 445, le liste che appoggiano Lepore la fanno da padrone con un risultato ottimo per il Partito democratico che prende 8141 voti e il 37,46%, Movimento 5 Stelle raccoglie 760 voti e il 3,5%. Le liste dello sfidante Fabio Battistini: Fratelli d’Italia con 2655 voti e il 12,22%, Lega con 1715 voti e 7,89%, Forza Italia con 722 voti e il 3,32%.

Un voto su tre al Pd: secondo le Proiezioni del consorzio Opinio per la Rai, a Bologna il 36,2% dei consensi è andato al Pd. Seguono, a distanza, Fratelli d’Italia al 12,9%, la Lega all’8,1%. Il Movimento 5 Stelle è al 3,7%, Forza Italia-Udc al 2,8%.

Secondo le proiezioni di Swg per La7, a Bologna il Pd registra il 35,6% dei consensi; nella coalizione di centrosinistra a sostegno di Matteo Lepore, in netto vantaggio con il 62,4%, anche il M5s con il 3,6%, oltre a due liste civiche. Nella coalizione di centrodestra, a sostegno di Fabio Battistini (28,5%), al primo posto si colloca Fratelli d’Italia (12,4%), a seguire Lega (7,8%) e Forza Italia con il 3,7%

Redazione