Erano in 150 ad essersi riuniti, in maniera totalmente illegale, per passare una serata all’insegna delle violazioni contro le normative anti-coronavirus. È la scoperta che ha fatto la polizia di Birmingham, in Inghilterra, a seguito di una irruzione in un nightclub nella città delle Midlands occidentali.

Ignari di come si sarebbe conclusa la serata, dopo l’arrivo delle forze dell’ordine i partecipanti hanno tentato la fuga attraverso il tetto del locale. La serata in discoteca si era svolta nell’area vip del locale organizzata con un dj, un’area bar e luci a neon: insomma, quella organizzata dai ragazzi era una vera e propria serata in discoteca.

Il tentativo di fuga è stato ripreso dalla termografia di un drone della polizia grazie al quale gli agenti sono riusciti a ricostruire tutto quello che è successo a partire dall’irruzione.

Sempre per tentare di dileguarsi i “festaioli” hanno iniziato a lanciare bottiglie di vetro nei confronti degli agenti, con uno dei poliziotti rimasto ferito ma fortunatamente non in maniera grave.

La serata si è conclusa con circa 70 persone arrestate, come riferito dalla West Midlands Police: ciascuno di loro ha ricevuto anche una multa di 200 sterline, mentre il proprietario del locale accusato di violazione delle normative sul lockdown potrebbe ricevere una multa di oltre 10mila sterline.

Laureata in relazioni internazionali e politica globale al The American University of Rome nel 2018 con un master in Sistemi e tecnologie Elettroniche per la sicurezza la difesa e l'intelligence all'Università degli studi di roma "Tor Vergata". Appassionata di politica internazionale e tecnologia