Il vino rosso ci salverà dal Coronavirus? La domanda è ovviamente provocatoria, ma un recente studio pubblicato sulla rivista scientifica Nature, e condotto dai ricercatori Guangdi Li ed Erik De Clercq, evidenzia che il Resveratrolo del vino rosso possa avere un ruolo contro il Covid-19.

Nello studio apparso su Nature vengono sperimentati in vitro e su animali diverse molecole contro i principali beta coronavirus. Tra queste appunto il Resveratrolo, capace di bloccare la replicazione virale del Mers, virus che può essere considerato ‘cugino’ del Sars-Cov-2.

Una ricerca che non è sfuggita all’Università Federico II di Napoli, che ha messo appunto col docente del dipartimento di Farmacia Ettore Novellino un un protocollo di sperimentazione contro il Covid-19 coinvolgendo l’ospedale Monaldi. Come riporta ‘Il Mattino’, il direttore del dipartimento di Pneumologia Alessandro Sanduzzi Zamparelli del Monaldi ha già utilizzato il protocollo per aerosol a pazienti con Tbc bacilliferi.

La sperimentazione consiste nella somministrazione precoce di Taurisolo ai casi accertati di Coronavirus sotto forma di aerosol. “Dopo una sola somministrazione in 2 pazienti su tre l’Interleuchina 6 al prelievo di stamattina (ieri ndr) risulta dimezzata. Un rilievo molto promettente per controllare la fase infiammatoria di Sars.-Cov-2 di cui attendiamo l’ok dell’Aifa per la sperimentazione”, ha spiegato il medico.