BLOG

Coronavirus, subito un tavolo per i balneari

Esperto in comunicazione
Coronavirus, subito un tavolo per i balneari

L’estate non è così lontana e al centro della Fase 2 non può non esserci il modo di salvare una stagione turistica che, in realtà, ancora non si capisce se e come avrà luogo. L’Italia è bella, ha chilometri di costa che il mondo ci invidia e il turismo è vitale per la nostra economia, soprattutto al Sud. Per questo non si può perdere tempo e, come sottolinea il Senatore di Italia Viva e Sindaco di Diamante, ridente località turistica della Calabria, Ernesto Magorno, non c’è un’idea di base.

Mancano direttive chiare e i Sindaci, fondamentali in queste settimane d’emergenza, si sentono soli e spesati. Come è possibile pensare a una stagione estiva se non ci sono indicazioni sul tema delle seconde case? Come è possibile pensare, per gli albergatori, i gestori dei lidi e gli operatori del settore, di iniziare a prendere le prenotazioni se non ci sono norme relative alle spiagge?

Servirebbe la costituzione di un tavolo del governo con l’Anci e le realtà turistiche del nostro Paese.

Si viaggia nell’incertezza, l’unica cosa oggettiva è che il tempo corre, inesorabile, e presto sarà troppo tardi.

Contenuti sponsorizzati

Commenti


SCOPRI TUTTI GLI AUTORI