BLOG

Wedding al palo, subito Osservatorio per rilancio

Presidente del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni
Wedding al palo, subito Osservatorio per rilancio

È indispensabile programmare la ripartenza del wedding, seguendo regole certe e condivise. Il comparto, che in Campania annovera 80mila addetti e che prima della pandemia contava circa 35mila matrimoni all’anno, è fermo al palo. È incomprensibile la paralisi di un settore così ampio e trasversale (location, catering, fioristi, wedding planner, musicisti, fotografi, service audio e luci) solo per citarne alcuni, che penalizza migliaia di famiglie, soprattutto al Sud, dove il matrimonio rappresenta tutt’ora un evento importante.

Compresa l’enorme difficoltà di quanti da più di anno annaspano, sospesi tra necessari divieti e l’urgenza di tornare operativi, ho presentato un emendamento alla Legge regionale 31 marzo 2017, n. 10 che miri a introdurre, attraverso una disposizione aggiuntiva, l’Osservatorio regionale del comparto wedding – eventi, istituto presso l’Assessorato regionale al Turismo, che svolga attività di impulso e attività consultiva in materia di sostegno e rilancio economico del settore.

Con l’avvio della campagna vaccinale e l’approssimarsi della stagione estiva ritengo opportuna l’istituzione di un Osservatorio che possa coadiuvare, attraverso la propria attività consultiva, gli Organi amministrativi deputati all’ indicazione delle regole per la ripartenza e delle misure di sostegno. Fornire quanto prima indicazioni sulle prospettive future dell’intero comparto del wedding, attraverso la definizione e il rispetto di determinate regole, può consentire la ripartenza abbattendo i rischi così come sta avvenendo per tante altre attività.

Commenti

SCOPRI TUTTI GLI AUTORI