Un altro sabato sera finisce nel sangue sulle strade italiane, ancora giovanissime vite spezzate al ritorno da discoteche e locali pubblici. Avevano tra i 20 e i 25 anni i ragazzi morti a Noventa di Piave, in provincia di Venezia. Giulia Bincoletto (25 anni) di San Dona’ di Piave (alla guida), Chiara Brescaccin (24 anni) di Eraclea e Matteo Gava (20 anni) di Salgareda sono morti sul colpo intorno alle 2.30 della notte scorsa nell’impatto frontale tra una Punto è una Citroen C3. I corpi dei tre ragazzi sono stati tirati fuori dalle lamiere accartocciate dai vigili del fuoco.

Ad Anguillara Sabazia, in provincia di Roma, è morta invece una ventenne che si è andata a schiantare contro un albero poco prima delle 3. In auto con lei c’era anche un’amica di 18 anni trasportata in elisoccorso in ospedale in condizioni gravissime.

Altre due donne, madre e figlia di 52 e 28 anni, sono morte ieri sera in un incidente stradale a San Gregorio di Veronella nel Veronese. Un 16enne morto e tre giovani sono rimasti feriti in maniera grave in un incidente stradale avvenuto nel Catanese intorno alle 4.30 del mattino. I quattro erano su una Fiat Punto, guidata da un 18enne, unico maggiorenne del gruppo. Per cause in corso di accertamento, l’auto si è schiantata contro un muretto della strada provinciale 24, che collega Palagonia e Scordia, in contrada Fico. L’impatto è stato così violento che il 16enne è stato sbalzato fuori dalla vettura che si è quasi accartocciata.

Nel Pavese sono cinque i ragazzi rimasti feriti in uno scontro avvenuto poco dopo le 3:30, nel territorio di Copiano. I giovani (tre di 25 anni, uno di 24 e uno di 29) viaggiavano su una vettura che, per cause ancora da accertare, è uscita di strada, sfondando un guard-rail e terminando la sua corsa in un fossato. Il guard-rail ha attraversato l’abitacolo della vettura, ferendo i ragazzi. Uno dei cinque feriti è ricoverato in gravi condizioni al Policlinico San Matteo. Più lievi le conseguenze per gli altri quattro ragazzi.