BLOG

Diario da un paese in zona rossa- 9 novembre, anche il muro del Covid è destinato a cadere

Esperto in comunicazione
Diario da un paese in zona rossa- 9 novembre, anche il muro del Covid è destinato a cadere

San Marco Argentano (Cs), lunedì 9 novembre

È lunedì 9 novembre, non una data come le altre, ma il giorno in cui si ricorda la caduta del Muro di Berlino (qui un mio pezzo). L’avvenimento che ha segnato la nostra storia recente traducendosi in una svolta per la mia generazione che, credo, è la più sfortunata degli ultimi 50 anni. Lo scorso anno, quando si poteva viaggiare senza troppi pensieri e senza troppi calcoli, ci sono stato e devo dire che è stato il viaggio che mi ha insegnato di più. Per due motivi: il primo è che ho toccato con mano un qualcosa che va vissuto assolutamente; il secondo è perché andare a Berlino mi ha fatto venire voglia di continuare a imparare.

Ci sarebbe tanto da digitare sui tanti muri che, purtroppo, sono ancora in piedi nel mondo. Muri non solo fisici, ma anche e, soprattutto mentali.

Muri che abbiamo il dovere di abbattere perché il futuro si può pensare solo con la costruzione di ponti.

Il muro più recente è senza alcun dubbio quello del Coronavirus. Sì, perché ci ha privato di tante nostre libertà, ci ha privato di alcuni aspetti della vita. In fondo, però, se è crollato il Muro di Berlino, sicuramente, crollerà anche il muro eretto da questo nemico invisibile e, forse, oggi è proprio il giorno della prima crepa. Pare ci siano ottime notizie circa un vaccino. Speriamo bene, confidiamo in Dio.

La speranza. Sentimento di cui i calabresi hanno bisogno; non voglio assolutamente dare la sensazione di fare la vittima, ma a leggere certe cose e a sentire certe parole davvero ci resta solo quella.

Anche il Ministro della Salute si chiama Speranza, ma lascia più che altro dubbi su quello che sta succedendo perché davvero non mi spiego certe cose.

Chiudo con un sorriso, perché non mancherà mai un messaggio di serenità.

 

 

Contenuti sponsorizzati

Commenti


SCOPRI TUTTI GLI AUTORI