BLOG

La comunicazione nell’annus horribilis: PA Social e UniPegaso firmano il Digital Lab

Giornalista, comunicatore, fondatore di Velocitamedia.it
La comunicazione nell’annus horribilis: PA Social e UniPegaso firmano il Digital Lab

Se uno dice “2020” dice “pandemia”, è chiaro. Con tutte le conseguenze del caso: chiusure, crisi, “io ti sento, tu mi senti” eccetera.

Per molti professionisti della comunicazione, tuttavia, c’è anche un lato da considerare come il classico “bicchiere mezzo pieno”, ed è il balzo in avanti che l’umanità ha compiuto con riferimento all’utilizzo delle tecnologie digitali.

Il telelavoro, i convegni e le conferenze da remoto, la Didattica a Distanza. Per quanto la riuscita sia stata oggettivamente non piena – specie riguardo alla Dad -, possiamo dire che per la prima volta il digitale è divenuto strumento di uso comune per buona parte della popolazione. A maggior ragione lo è stato per lavoratori e professionisti della comunicazione.

È questo lo scenario in cui è nato il progetto del Digital Lab, promosso dall’associazione PA Social in collaborazione con UniPegaso. Il Digital Lab è coordinato da Roberto Zarriello, giornalista e docente UniPegaso in “Comunicazione digitale e social media” dal 2014. L’Ateneo ha rilanciato la formazione erogata dal Digital Lab proprio attraverso il corso del professor Zarriello.

Il progetto approfondisce temi come brand journalism, glocal news, storytelling, content marketing, competenze digitali, comunicazione e informazione pubblica. Lo fa attraverso la partecipazione di docenti, giornalisti, comunicatori, social media manager, esperti di comunicazione, informazione, digitale.

“Il 2020 è stato un anno complicato e difficile per tutti – spiega Francesco Di Costanzo, presidente di PA Social – ma anche un anno in cui sono stati accesi i riflettori sul digitale e sulle sue tante potenzialità e opportunità, anche dal punto di vista della comunicazione e informazione. Il 2021 dovrà essere l’anno della consacrazione definitiva, sarà fondamentale puntare sulle competenze e su nuovi strumenti, linguaggi, organizzazione del lavoro. Per questo, percorsi di formazione e divulgazione come il Digital Lab sono fondamentali per la qualità dei servizi, dell’informazione e della comunicazione, l’aggiornamento e il confronto costante tra professionisti, enti e aziende pubbliche e imprese”.

La prima tappa formativa si è svolta, in presenza, a “Binario F” di Facebook Italia a Roma lo scorso 29 gennaio, alla presenza di Carlo Verna (presidente dell’Ordine nazionale dei Giornalisti), Francesco Giorgino (caporedattore del TG1 e docente Luiss di Content Marketing e Brand Storytelling) e Rosa Cialini (Government partner manager Facebook Italia). Il secondo appuntamento è andato in scena il 7 aprile, in pieno lockdown. Una edizione speciale interamente online in collaborazione con Formez PA. Il 13 giugno, invece, si è tenuto l’evento in diretta sulla pagina Facebook e sul canale YouTube di PA Social dal titolo “Comunicare i dati”.

Le attività sono riprese lo scorso 12 novembre con una formazione dedicata al mondo dello sport e intitolata “Quale modulo per la comunicazione digitale nel calcio?”. Dal progetto del Digital Lab è nato anche un instant book dal titolo “Comunicazione e informazione digitale: tra gestione dell’emergenza e ripresa”.

Ora gli occhi sono puntati sulle attività formative in programma nell’anno appena cominciato. PA Social e UniPegaso hanno annunciato, infatti, nuove dirette social tematiche per approfondire tecniche, strategie, strumenti ed esperienze della comunicazione digitale nei settori della sanità, del sociale, dell’ambiente, della cultura e turismo, e dei trasporti.

Nonostante la pandemia – afferma il coordinatore, Roberto Zarriello -, il bilancio del 2020 del Digital Lab è stato assolutamente positivo. Anzi, l’emergenza in atto ci ha permesso di sperimentare nuove strade e nuovi scenari formativi, stimolandoci ad essere sempre più creativi e innovativi. Il Digital Lab si è dimostrato un progetto vincente, anche grazie alla forte sinergia che si è creata tra PA Social e UniPegaso. Ora guardiamo al futuro e ai nuovi eventi in programma nel 2021”.

Commenti

SCOPRI TUTTI GLI AUTORI