BLOG

Per favore non umiliate i cittadini

Esperto in comunicazione
Per favore non umiliate i cittadini

Parto con una domanda: che senso ha parlare di regole, decimali, debito e numeri vari quando ci sono padri di famiglia che non riescono a dare un pezzo di pane ai propri figli?
Non è un’esagerazione, è, purtroppo, una situazione non rara che sta esplodendo in tutta la sua drammaticità in questi giorni di emergenza.
È vero, non era mai successo, nessuno avrebbe mai immaginato un qualcosa di simile, ma la verità è che si è già perso troppo tempo prezioso.
Anche nella peggiore delle crisi uno Stato dovrebbe garantire la dignità ai propri cittadini. Le notizie di queste ore preoccupano, il Sud è una bomba che sta esplodendo. E non è solo il Coronavirus, è la disperazione di anni che viene fuori.
Non serve tornare su ciò che è stato, serve agire per il presente. Senza tentennamenti. Perché ci sono migliaia di cittadini che di punto in bianco si sono ritrovati senza un euro in tasca, che non sanno come fare, non sanno come mangiare. Che sono soli.
600 euro, quando arriveranno, non saranno sufficienti.
Per favore, non umiliate i cittadini.
Il tempo è scaduto. Davvero!

Contenuti sponsorizzati

Commenti


SCOPRI TUTTI GLI AUTORI