Uno dei volti più noti del cinema americano, l’attore Alec Baldwin, ha sparato e ucciso il direttore della fotografia, e ferito gravemente il regista del western che stava girando nello stato americano del New Mexico. Halyna Hutchins e Joel Souza «sono stati colpiti e feriti quando Alec Baldwin ha scaricato una pistola usata nelle riprese» del film Rust, ha dichiarato un portavoce del dipartimento dello sceriffo della contea di Santa Fe. Halyna Hutchins, 42 anni, è stata trasferita in elicottero in un vicino ospedale, dove purtroppo è stata dichiarata morta dai medici.

Il regista di Rust, Joel Souza, 48 anni, è stato portato in terapia intensiva dove le sue condizioni erano state reputate “critiche”. Ma in seguito l’attrice Frances Fisher (anche lei parte del cast del film) ha fatto sapere con un tweet che “Il nostro regista Joel Souza è uscito dall’ospedale”, nel tentativo di rettificare le prime informazioni che erano state raccolte sull’incidente in New Mexico. Stando ai media specializzati, all’origine della tragedia vi sarebbe stato un erroneo caricamento dell’arma di scena con proiettili veri anziché a salve. Gli inquirenti hanno ascoltato diversi testimoni dell’accaduto ma in questa fase non è stata formalizzata alcuna ipotesi di reato. «È stato un incidente, è stato un incidente», ha ripetuto fra le lacrime e sotto choc l’attore di 68 anni. La foto della star stravolta dall’accaduto ha fatto il giro del web.

«Perché mi avete dato una pistola calda?» (che nel gergo vuol dire carica). «Perché mi avete dato una pistola calda?». Sarebbero state queste le sue prime parole dopo la tragedia, raccontano alcuni testimoni citati dal Daily Mail. ll portavoce dello sceriffo di Santa Fe, Juan Rios, ha aggiunto che dopo l’incidente l’attore “ha fornito dichiarazioni e ha risposto ad alcune domande”, presentandosi spontaneamente al posto di polizia e lasciando l’edificio una volta terminato l’interrogatorio. «Non vi è stata alcuna incriminazione e non sono stati effettuati arresti», ha precisato la polizia, secondo la quale il colpo è stato sparato da Baldwin nel quadro di una scena girata in un ranch.

La vittima, Halyna Hutchins si definiva una “sognatrice irrequieta” e “dopata di adrenalina” e sorrideva spensierata nelle ultime foto e negli ultimi video condivisi su Instagram in cui raccontava entusiasta la vita sul set. «Uno dei vantaggi di girare un western è che puoi andare a cavallo nel giorno libero», scriveva in uno degli ultimi post. Direttrice della fotografia, Halyna aveva 42 anni ed era ucraina, ed era cresciuta in una base militare sovietica nel Circolo Polare Artico. Dopo la laurea in International Journalism, aveva lavorato come giornalista investigativa per produzioni di documentari nell’Europa dell’Est, poi il salto nel cinema.