Anche Fedez decide di esporsi sul tema della guerra in corso a Gaza, e nelle sue stories interviene per esprimere il suo pensiero. “Ve ne prego, restiamo umani, come diceva Vittorio Arrigoni”, aggiunge il rapper.”Qui non si tratta neppure più di dichiarare da che parte si sta. Perché c’è una sola parte dove si può stare: ed è dalla parte dei bambini e dei civili, tutti innocenti, che a Gaza hanno perso o stanno perdendo la vita. Perché se non muoiono sotto le bombe, muoiono per mancanza di acqua, cibo, elettricità”.

Dal 7 ottobre sono più di 8.000 i morti nella Striscia di Gaza, giorno del terribile attacco di Hamas in Israele che ha portato all’avvio di operazioni israeliane nell’enclave palestinese controllata dal gruppo. Secondo il ministero della Salute di Gaza, riporta la tv satellitare al-Jazeera, in tre settimane sono rimaste uccise almeno 8.005 persone, compresi 3.342 minori.

Intanto all’alba, Milano è stata tappezzata all’alba da diversi volantini con le foto degli ostaggi israeliani tenuti prigionieri da Hamas. Le foto del blitz hanno fatto il giro dei social e mostrano i volantini con una grossa scritta ‘Rapiti’ su sfondo rosso, con i nomi e le foto delle persone e in fondo l’appello, ‘per favore aiutateci a riportarli a casa vivi’. Le foto degli ostaggi sono comparse nel centro città appese a delle cabine telefoniche, in piazza Castello, piazza Cordusio, negli ingressi delle metropolitane in piazza del Duomo.  Al momento non è noto chi ha portati avanti questo blitz nelle prime ore dell’alba, probabilmente per sensibilizzare la città sulla sorte degli ostaggi israeliani.

Redazione

Autore