“Amiamo le gemelline, il nostro era solo uno scherzo, non si stavano picchiando davvero. Le due bambine sono vittime vostre“. E’ quanto affermano la mamma e la nonna delle due sorelline diventate virali sui social dopo un video pubblicato su TikTok dagli stessi familiari nel corso del quale si affrontano con tanto di incitamento dei loro cari. “Prendila per i capelli” dice un uomo a una delle due gemelline che si sfidano per pochi secondi, poi una delle due inizia a piangere tra le risate dei genitori con la mamma che esclama “Hai perso!“.

Il filmato ha generato polemiche, indignazione e numerose richieste d’intervento da parte dei servizi sociali. La famiglia napoletana protagonista è intervenuta dopo alcune ore per provare a chiarire la vicenda. A parlare è Sonia Prato, la “mamma delle gemelline” che “sono vittime vostre perché stavamo solo scherzando”. Nel corso del video che dura poco più di due minuti, la donna spiega che alle sue bambine “non abbiamo insegnato la violenza, voi avete visto solo quel video non tutta la loro vita. Da quando sono nate, fino ad oggi che hanno sei anni, le ho cresciute con amore. Se avessi voluto che le mie figlie si picchiassero davvero, sicuramente non avrei condiviso il video”.

A parlare è poi la nonna delle due bimbe: “Sono sotto choc per quello che il mondo dei social può fare. Era solo un gioco – ribadisce -, le bambine stavano solo scherzando. Siamo pronti a dimostrare quanto le amiamo e come crescono bene con noi. Ci state facendo passare per delle persone che non siamo, ci state facendo stare così male solo per aver fatto uno scherzo. Solo le persone che ci conoscono possono dire quanto amiamo i nostri figli e i nostri ripoti” conclude.

Napoletano doc (ma con origini australiane e sannnite), sono un aspirante giornalista: mi occupo principalmente di cronaca, sport e salute.