Martina Luoni non ce l’ha fatta. La 27enne di Solaro (Milano) diventata testimonial anti Covid della Regione Lombardia, è morta a causa del cancro al colon metastatico da cui era affetta. L giovane paziente oncologica era diventata ‘volto’ della battaglia contro il Coronavirus dopo aver denunciato lo scorso anno in un video poi diventato virale, nel pieno della pandemia, di essersi vista rimandare un’operazione chirurgica a causa degli ospedali intasati da pazienti Covid.

“Vivo con un timer sulla testa. Perché dovrei sprecare anche un solo minuto?”, diceva Martina nel video pubblicato nel novembre 2020 su Instagram, lei che dal 2018 era alle prese col cancro al colon e una battaglia quotidiana tra cicli di chemio e radio.

Un appello raccolto dalla Regione guidata da Attilio Fontana, che la fece diventare ‘testimonial’ della guerra contro il Covid assieme a Zlatan Ibrahimovic. “Io ho il cancro, ma il mio vero problema sei tu. Tu che non porti la mascherina. Tu che passi più tempo in giro che in casa. Tu che te ne freghi delle regole”, era il messaggio diffuso da Palazzo Lombardia con Martina per far capire ai lombardi l’importanza di rispettare le regole e non ammalarsi, facendo così in modo di garantire le cure ai pazienti più fragili, come gli oncologici.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Martina Luoni (@marty_luoni)

La scomparsa della 27enne, insegnante di danza a Solaro, è stata commentata dallo stesso Fontana questa mattina: “Stento ancora a crederci. Martina Luoni, la giovane di Solaro che ha contribuito in maniera convinta e importante a sostenere la nostra campagna per contrastare il Covid, ci ha lasciati. La malattia, che l’affliggeva da tempo, purtroppo ha avuto il sopravvento. Non dimenticheremo mai il suo sorriso. L’energia di una ventisettenne caparbia e determinata. Il suo sguardo solare con cui, camminando sul belvedere di Palazzo Lombardia, invitava tutti a combattere contro il virus. Per lei una preghiera. Per i suoi cari il cordoglio di tutti i lombardi”.

Una “leonessa” che “ha perso la sua battaglia”, è l’ultimo post di oggi sul suo profilo Instragram. “Ora la sua bussola la porterà a caccia di nuovi tramonti, quelli che ha sempre sognato, sempre con il sorriso sulle labbra che nessuno potrà mai spegnere. Da oggi chiunque guarderà un tramonto si ricorderà della leonessa Martina”, è il messaggio comparso per ricordare la battaglia della 27enne.

Napoletano, classe 1987, laureato in Lettere: vive di politica e basket.