L’ex premier Matteo Renzi chiede di iniziare a tirare fuori i candidati: “Spero che la presidenza inizi a far votare due volte al giorno – dice mentre le due coalizioni principali hanno già fatto sapere di essere orientate ancora per la scheda bianca. E invita la presidenza a prevedere due votazioni al giorno – c’è una crisi pesantissima in Ucraina, la crisi economica su energia e gas, regole assurde a scuola per la dad, almeno il Parlamento abbia la consapevolezza di quello che si sta giocando. Il mio è un appello a fare presto”.

Per Matteo Renzi le cinquine, riferito ai petali della ‘rosa’ annunciata dal centrodestra. “vanno bene a tombola”, non per l’elezione del capo dello Stato. Il leader di Italia viva invita a fare presto: “Chi ha un candidato lo tiri fuori. Il centrodestra ha diritto di avanzare la candidatura. Ma questo non è uno show”.

Prima di prendere parte al vertice del centrodestra, il coordinatore di FI Antonio Tajani ha incontrato il segretario dem Enrico Letta. I lanci delle agenzie parlano di un colloquio “costruttivo” e di un confronto su “nomi per una soluzione equilibrata” nell’interesse del Paese. Letta avrebbe sintetizzato la situazione in uno slogan: “È necessario che nessuno vinca per vincere tutti”.

Riccardo Annibali