Nel giorno in cui le Sardine tornano a Roma per la manifestazione contro i decreti sicurezza di Salvini, nella piazza Santi Apostoli che ieri era stata utilizzata dal Movimento 5 Stelle per la sua manifestazione sui vitalizi, sono proprio i grillini a rilanciare la polemica contro Mattia Santori e soci.

Lo fa su Facebook il viceministro dell’Economia Stefano Buffagni, che in un post accusa: “È il palco degli U2 o delle Sardine? Chi paga? Ieri il Movimento 5 Stelle, che governa il paese, che ha più di 300 parlamentari e 100 consiglieri regionali, era in piazza, con un palco esiguo…Oggi nella stessa piazza ci saranno le sardine con un palco costosissimo ed una regia che nemmeno Bono degli U2…La domanda è: Chi paga? Chi hanno dietro? I Benetton? Guardate voi stessi e fatevi un’idea…Staremo a vedere la copertura mediatica che avranno”.

Già ieri Buffagni, da Santi Apostoli, aveva lanciato stoccate alle Sardine: “Sono diventate il caviale ormai. Si sono imborghesite andando dai Benetton”, spiegava all’AdnKronos.

Ma che il rapporto con il Movimento 5 Stelle non sia idilliaco lo aveva messo in chiaro nei giorni scorsi lo stesso Mattia Santori: “Pensino piuttosto ai decreti sicurezza. Da loro riceviamo solo attacchi, da quando e’ uscita la foto con Benetton hanno rivelato il terrore che hanno nei nostri confronti. Forse l’uscita di Stephen Ogongo dalle Sardine romane non è stata casuale”, aveva detto il volto delle Sardine.

LA RISPOSTA DEGLI ORGANIZZATORIPronta è arrivata la risposta da parte di uno degli organizzatori dell’evento romano, la sardina Juri Antonozzi. In una dichiarazione a Repubblica ha infatti spiegato che quel palco è costato 2800 euro con soldi provenienti dall’attività di crowdfunding e che il tutto sarà rendicontato.