BLOG

In isolamento ma non da soli, con ‘ViciniVinciamo’, assistenza medica e psicologica contro il Covid

Senatrice
In isolamento ma non da soli, con ‘ViciniVinciamo’, assistenza medica e psicologica contro il Covid

Gli italiani stanno rispondendo con serietà al dovere di rimanere in casa. Non sempre, però, è facile affrontare l’isolamento. Soprattutto le persone anziane, o coloro che vivono soli, possono essere presi dallo sconforto. O perdere fiducia nel futuro.

Chi sente di aver bisogno di un sostegno, può contare sulla consulenza psicologica gratuita resa possibile grazie a ‘Vicini Vinciamo’, l’iniziativa benefica da me promossa. E grazie alla quale oltre 90 medici italiani all’estero, tra i quali più di trenta psicologi, si sono offerti per dare consultazioni totalmente gratuite.

L’iniziativa è nata da un appello pubblico da me lanciato ai tanti dottori italiani operanti nel mondo. Spesso veri e propri luminari, estremamente apprezzati nei luoghi di residenza.

Ho chiesto chi fosse disponibile a prestare la propria professionalità, in forma volontaria e da remoto, per aiutare il sistema sanitario nazionale e alleggerire il suo carico di lavoro in questa fase emergenziale. In pochi giorni, hanno aderito decine di connazionali. Professionisti affermati in ogni Paese d’Europa e degli altri continenti. Una risposta fatta di entusiasmo e dedizione.

Che dimostra un grande senso civico e un forte, profondo amore per il nostro Paese.

I medici che aderiscono a ‘ViciniVinciamo’ effettuano visite a distanza, in collegamento video, attraverso un’applicazione di telemedicina promossa dalla start up “DaVinci Salute” dell’ingegner Stefano Casagrande, anche in collaborazione con la dottoressa Luisa Mantovani, direttrice della divisione di oncologia ed ematologia dell’ospedale San Georg di Lipsia in Germania e la dottoressa Luisa Sodano, igienista.

Farsi visitare è semplice e possono farlo tutti. I pazienti possono accedere al sito davincisalute.com e fissare facilmente da casa un appuntamento con una/o specialista per ricevere una consulenza professionale gratuita, nello slot temporale indicato dal medico.

La telemedicina in Italia fino ad oggi non è stata molto diffusa. Oggi però può diventare uno straordinario strumento di prevenzione e di cura, anche in vista della fase post emergenza da coronavirus. Il rapporto medico-paziente infatti può proseguire nel tempo, attraverso il monitoraggio dello stato di salute da remoto, con riscontri puntuali richiesti dal medico o mediante un sistema di auto-valutazione.

I tanti medici che stanno aderendo rappresentano un’Italia nel mondo fatta di solidarietà e di impegno civile. Di calore umano e di competenza. Un’Italia capace di essere vicina, anche se lontano. Convinti che, se siamo ViciniVinciamo.

Contenuti sponsorizzati

Commenti


SCOPRI TUTTI GLI AUTORI