Mentre la Romania registra il record giornaliero di casi di Covid-19, in Belgio la curva dei contagi torna a crescere e, tra le nuove vittime, c’è anche una bimba di appena tre anni. Nel Paese il numero degli infetti è aumentato dell’89% rispetto alla media registrata la scorsa settimana e la diffusione del virus corre in tutte le fasce d’età, con un picco tra gli under 60.

“La tendenza all’aumento dei casi non si è interrotta ancora, è importante che la fermiamo il prima possibile per evitare un aggravamento”, ha detto il portavoce interfederale Boudewijn Catry. A lanciare l’allarme sulla situazione dell’Europa è anche l’Oms che ha invitato a un maggiore rigore nel rispetto del distanziamento sociale e delle norme igieniche.

In Inghilterra intanto è partito l’obbligo di indossare le mascherine in negozi, supermercati e banche. Fanno eccezione invece i locali come ristoranti, bar, palestre e parrucchieri, oltre che i bambini con meno di 11 anni e persone con problemi respiratori. Il governo britannico ha deciso per la stretta dopo aver inviato numerosi segnali contrastanti sull’utilità di coprirsi bocca e naso nei luoghi pubblici.

Chi contravverrà alla misura rischia una multa fino a 100 sterline.Negli Usa i contagi hanno superato quota 4 milioni. Il governatore di Washington, Jay Inslee, ha reso più severe le restrizioni nei ristoranti e nei bar, per matrimoni e funerali e nelle palestre dopo il boom registrato nello Stato. Se infatti sono gli Stati del Sud quelli attualmente più colpiti, con in testa California, Florida e Texas, l’allarme ora è che i contagi possano passare al Nord se la pandemia non verrà arginata in tempo.

“Dobbiamo cambiare il nostro comportamento ora prima che questo virus risalga completamente verso Nord”, ha detto la coordinatrice della risposta al coronavirus della Casa Bianca, Deborah Birx. Mentre l’amministrazione Trump riceve critiche trasversali per la gestione dell pandemia, anche in confronto alle misure prese in Italia, oltre 150 esperti tra medici, scienziati, insegnanti e infermieri, hanno firmato una lettera indirizzata ai leader politici per chiedere un nuovo lockdown nel Paese. “Rischiamo di perdere più di 200.000 vite americane entro il 1 novembre”, si legge nella lettera, “Tuttavia, in molti stati la gente può bere nei bar, farsi un taglio di capelli, mangiare in un ristorante, farsi un tatuaggio, farsi un massaggio e fare una miriade di altre attività normali, piacevoli, ma non essenziali”. Allentano invece le restrizioni la Russia. Mosca riprenderà dal 1 agosto i voli internazionali bloccati da marzo, per ora solo con tre Paesi – Regno Unito, Turchia e Tanzania – ma il governo ha in programma di ampliare la lista