Ieri abbiamo pubblicato una precisazione che ci è stata inviata dall’avvocato di Ranucci a proposito dei famosi video nei quali lo stesso Ranucci non faceva un gran bella figura. Perché l’abbiamo pubblicata? Perché di solito noi diamo la parola a tutti. Noi non abbiamo mai usato il metodo Report, che in genere ti fa una intervista di 50 minuti e poi sceglie una cinquantina di secondi da mandare in onda, perché pensa che in quei 50 secondi fai brutta figura. E se non trova quei 50 secondi butta l’intervista (a me è capitato 3 volte).

Ranucci ha preso la foto della nostra precisazione e (senza far cenno alla risposta che noi abbiamo fornito all’avvocato) l’ha fatta pubblicare su Open. Open è un giornale on line. E Open l’ha pubblicata (anche Open senza far riferimento alla nostra risposta) col titolo “un passo indietro del Riformista”. Giudicate voi se questo è giornalismo. Noi non ci pronunciamo. Quanto al passo indietro leggete l’articolo che pubblichiamo qui. E poi, domani, leggete anche il seguito…

Giornalista professionista dal 1979, ha lavorato per quasi 30 anni all'Unità di cui è stato vicedirettore e poi condirettore. Direttore di Liberazione dal 2004 al 2009, poi di Calabria Ora dal 2010 al 2013, nel 2016 passa a Il Dubbio per poi approdare alla direzione de Il Riformista tornato in edicola il 29 ottobre 2019.