Il segretario della Lega Matteo Salvini è risultato contagiato dal covid. Il tampone positivo è emerso dallo screening per l’accesso al giuramento del Capo dello Stato Sergio Mattarella. Il leader del Carroccio non potrà quindi essere presente alla cerimonia di questo pomeriggio. La notizia è stata diffusa dall’Ansa che l’ha appresa da fonti parlamentari.

La conferma è arrivata tramite Twitter: “Amici sono in buona compagnia: ai 10 milioni di Italiani positivi e poi guariti, da oggi mi aggiungo io! Giornata di lavoro come tante altre, tampone di controllo come tanti altri, nessun sintomo di nessun genere, ma risultato positivo. Proprio nel giorno del panettone di San Biagio..!! A casa al volo qui a Roma, armato di computer, telefono e pazienza”.

Salvini è stato il kingmaker della partita del Quirinale. Un ruolo entrato nel vivo dopo l’annuncio del leader di Forza Italia Silvio Berlusconi di rinunciare alla corsa al Colle. E quindi andato avanti, da lunedì 24 febbraio a sabato 29 febbraio tra rose di nomi, candidati bruciati in aula, altri senza neanche arrivare al voto, fino alla convergenza finale su Mattarella.

Sulla ri-elezione dell’attuale Capo dello Stato si è consumato lo strappo con l’alleata Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia. Dopo la disastrosa campagna per il Quirinale Salvini ha lanciato dalle colonne del quotidiano Il Giornale il progetto di un centrodestra sul modello statunitense, un partito repubblicano “a partire dalle forze di centrodestra che sostengono il governo Draghi”.

Ieri pomeriggio lo strappo della Lega sul nuovo decreto covid: i ministri del Carroccio – Giancarlo Giorgetti, Massimo Garavaglia ed Erika Stefani – non hanno firmato anche se alcune loro richieste erano state accolte. “Non potevamo approvare la discriminazione tra bambini vaccinati e non vaccinati”, la posizione ufficiale sulla modifica delle regole che normano la quarantena e la didattica a distanza che dovrebbero entrare in vigore a partire da lunedì. Giorgetti non ha neanche partecipato al Consiglio dei ministri, le voci di possibili dimissioni insistono.

Il malumore del Carroccio è verso quella parte del governo rappresentata dal ministro della Salute Roberto Speranza che “continua a parlare come se ci fosse una strada sola, che peraltro è poi puntualmente smentita dai fatti”. Salvini intanto aveva incontrato il ministro dell’Economia Daniele Franco chiedendo “oltre i 5 miliardi subito per aiutare famiglie e imprese a pagare le bollette del gas”.

Il giuramento di Sergio Mattarella

Il discorso si terrà dopo il giuramento e dovrebbe durare una ventina di minuti al massimo, meno tempo rispetto al solito per via dell’emergenza covid. Alla fine un Segretario di presidenza darà lettura del processo verbale e il Presidente Fico dichiarerà chiusa la seduta. Alla Galleria Mattarella sarà accolto dal Presidente del Consiglio Mario Draghi – il suo ruolo fondamentale nella conferma al Quirinale, dopo che un anno fa era stato chiamato proprio da Mattarella per formare un governo di “unità nazionale”. Un reparto di corazzieri in uniforme di gran gala renderà gli onori a Mattarella nell’atrio di Montecitorio.

Il Capo dello Stato sarà accolto in piazza dalla banda che suonerà l’Inno di Mameli e passerà in rassegna il reparto d’onore schierato. Intorno alle 16:30 il Presidente della Repubblica si recherà all’Altare della Patria a deporre una corona al milite ignoto. Poi il saluto con il sindaco di Roma Roberto Gualtieri e il viaggio in Quirinale sulla storica Lancia Flaminia presidenziale scortato dai corazzieri dove riceverà gli onori militari nel Cortile d’onore. Alle 17:00 davanti alle più alte cariche dello Stato e ai delegati regionali, 160 in tutto, saluterà i suoi ospiti nel salone dei Corazzieri.

Giornalista professionista. Ha frequentato studiato e si è laureato in lingue. Ha frequentato la Scuola di Giornalismo di Napoli del Suor Orsola Benincasa. Ha collaborato con l’agenzia di stampa AdnKronos. Ha scritto di sport, cultura, spettacoli.