È rimasto schiacciato all’interno della cabina del suo tir, colpito da una pesante lastra di cemento che si era staccata dalla parte superiore di un prefabbricato da dove il mezzo stava uscendo. È morto così Michele Murgia, autotrasportatore di 34 anni deceduto a seguito dell’incidente sul lavoro avvenuto nella serata di mercoledì nella zona industriale di Villacidro, in provincia di Cagliari.

L’uomo è stato soccorso dai vigili del fuoco che hanno dovuto lavorare per quasi tre ore prima di riuscire a liberarlo dalle lamiere: il 34enne però era già morto.

Sul fronte delle indagini, i carabinieri della compagnia di Villacidro hanno sequestrato il camion e il capannone, mentre sono ancora in corso gli accertamenti per ricostruire la dinamica dell’incidente.

Una volta completate le verifiche, l’informativa verrà inviata alla Procura di Cagliari che aprirà un fascicolo di inchiesta. Secondo una primissima ricostruzione Murgia, dipendente della ditta Pittau, stava uscendo dal capannone, un magazzino di generi alimentari, quando il camion avrebbe urtato la parte superiore della struttura facendo precipitare la lastra di cemento sulla cabina.