Il telefono del medico napoletano 51enne squillava a vuoto e così è scattato l’allarme. F.L., noto chirurgo dell’ospedale Rizzoli di Ischia, molto conosciuto a Napoli è stato trovato morto in una stanza d’albergo poco distante da casa sua. Adesso i carabinieri indagano su cosa possa essere successo.

Secondo la ricostruzione fatta dal Mattino, il corpo senza vita del medico è stato trovato intorno alle 11 di domenica mattina nell’albergo. Secondo quanto spiegato dalla moglie l’uomo alloggiava lì perché non si sentiva bene e non voleva disturbare la sua famiglia. Quando la dona ha cercato al telefono il marito senza successo ha allertate la reception dell’albergo. Una donna delle pulizie incaricata del controllo, intorno alle 11, ha trovato il corpo senza vita dell’uomo riverso sul letto. Inutili sono stati i tentativi di soccorso: secondo le prime indagini l’uomo era morto 3 ore prima.

La stanza è stata trovata in ordine e non è stato rinvenuto nessun biglietto che potesse far pensare a un suicidio. L’uomo, membro del Rotary napoletano e molto amato e stimato da tutti, non aveva apparentemente alcun problema. Tranne un avviso di garanzia che gli era piombato addosso per la morte di una 32enne operata per ernia ombelicale. Subito è stata disposta l’autopsia sulla salma dell’uomo. L’esito degli accertamenti medico legali, costituirà un tassello fondamentale per ricostruire ciò che è realmente accaduto tra le mura della stanza d’albergo dove il chirurgo ha perso la vita.