Cinque ragazzi accusati di violenza sessuale; a denunciare una 18enne; il padre della ragazza che affronta gli accusati dopo aver sfondato la porta del loro appartamento. È il caso che ha sconvolto l’estate di Lignano Sabbiadoro, nota località turistica in Fiurli Venezia Giulia. L’episodio violento si sarebbe verificato lunedì. Accusati degli abusi cinque coetanei, tra i 17 e 21 anni, un solo minorenne. Ragazzi dalla provincia di Verona, Veneto, dalla Lombardia e dal Piemonte. La 18enne che ha denunciato viene da Udine. Il caso è seguito dalla Procura di Udine e da quella dei Minori di Trieste.

Tutto sarebbe cominciato da un incontro: la ragazza e uno dei ragazzi avevano avuto una relazione nelle estati scorse. Un rapporto che sarebbe finito per via degli approcci troppo “fisici” di lui nei confronti di lei, come riporta Il Corriere della Sera. I due si sarebbero incontrati martedì pomeriggio. Lui, piemontese della provincia di Alessandria, l’aveva cercata ma lei non aveva intenzione di rivederlo. Si sarebbero incrociati sul lungomare di Lignano e lui l’avrebbe convinta – la ragazza era in compagnia di alcune amiche – a seguirlo. La 18enne si è trovata con tre ragazzi e avrebbe acconsentito ad andare nell’appartamento fittato regolarmente dal gruppo di amici.

La 18enne ha denunciato di aver subito abusi e di esser stata costretta a un rapporto completo. Ai tre ragazzi che aveva incontrato si sono aggiunti altri due, arrivati successivamente nell’abitazione. La ragazza ha aggiunto di essere scappata dalla casa dopo un’ora circa, e di aver raccontato tutto a un amico bagnino che le ha consigliato di dire tutto ai genitori.

A quel punto il padre si sarebbe recato immediatamente nell’appartamento dei cinque. I ragazzi non hanno aperto la porta e l’uomo l’ha sfondata. I vicini, allertati da grida e rumori, hanno chiamato la polizia mentre i ragazzi si erano barricati in una stanza. Una volante della polizia è arrivata sul posto, ha scongiurato lo scontro e ha raccolto i motivi della rabbia dell’uomo.

La ragazza è stata trasferita in ambulanza all’Ospedale di Latisana per una visita medica. Ha fornito in lacrime la sua versione con il supporto di una psicologa. I cinque sono stati denunciati per violenza sessuale e sono deferiti a piede libero. Prima di procedere con provvedimenti più restrittivi la polizia vuole accertare quanto più possibile il caso. Gli accusati saranno ascoltati nelle prossime ore. Al posto provvisorio di polizia di Lignano hanno ammesso informalmente i rapporti sessuali ma li hanno giudicati consenzienti. Probabilmente nei prossimi giorni sarà disposto il test del dna per gli aggressori.

Giornalista. Ha studiato Scienze della Comunicazione. Specializzazione in editoria. Scrive principalmente di cronaca, spettacoli e sport occasionalmente. Appassionato di televisione e teatro.