Almeno 23 persone, tra cui alcuni bambini, sono rimaste uccise dallo scoppio di un’autobomba e da proiettili di mortaio esplosi nei pressi di un mercato nella provincia di Helmand, nel sud dell’Afghanistan. Lo ha riferito l’ufficio del governatore provinciale che non ha fornito ulteriori dettagli. L’attacco non è stato finora rivendicato.

Sia i talebani che i militari afgani si accusano a vicenda dell’attacco. I dettagli non possono essere confermati in modo indipendente poiché l’area, che è sotto il controllo dei talebani, è inaccessibile ai giornalisti. Un portavoce talebano, Qari Yusouf Ahmadi, ha negato che gli insorti fossero coinvolti nel bombardamento e ha accusato le autorità di essere dietro le esplosioni ed ha escluso categoricamente qualsiasi coinvolgimento dei talebani nell’accaduto. I talebani sostengono che i militari hanno sparato colpi di mortaio sul mercato mentre i militari hanno detto che l’autobomba e i proiettili hanno preso di mira i civili. L’esercito ha riferito che nell’attacco sono morti anche due combattenti talebani. Come riportato da alcuni media locali, questa mattina alle 9:30 (le 7:00 italiane), i talebani hanno provocato due esplosioni nel mercato del distretto Sangin nella provincia di Helmand. Sfortunatamente, 23 civili sono stati uccisi e 15 feriti “, ha detto il comando militare afghano in una dichiarazione citata dall’agenzia Tolo.

Le parti in guerra si incolpano a vicenda per l’attacco al mercato settimanale del bestiame all’aperto nel distretto di Sangin, dove centinaia di abitanti dei distretti vicini si erano radunati per attività commerciali. I talebani sostengono che i militari hanno sparato colpi di mortaio sul mercato mentre i militari hanno detto che è esplosa un’autobomba e i proiettili hanno preso di mira i civili. Un testimone, secondo quanto riporta l’agenzia Reuters, ha raccontato che stava cercando di vendere un vitello quando i razzi hanno colpito il mercato dove i suoi due gemelli sono stati uccisi e suo figlio è stato ferito. Alcuni residenti della provincia di Helmand, una roccaforte talebana, hanno affermato che il bombardamento si è verificato durante feroci scontri tra militanti talebani e forze di sicurezza del governo nelle aree residenziali che circondano il mercato.