Due agguati in poche ore nel quartiere Soccavo, a Napoli. Un uomo di 28 anni, Emmanuele De Angelis, con precedenti per spaccio di droga, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco in via Contieri.

La vittima è stata trovata dalla polizia a terra, in un giardinetto condominiale al civico 8, intorno alle 7 del mattino. De Angelis, secondo quanto riporta l’agenzia Ansa, è stato raggiunto da cinque proiettili alla testa, in quella che appare come una esecuzione di stampo camorristico. Sul caso indaga la Squadra Mobile della polizia: al momento non è chiaro se il 28enne vivesse nell’aranceto del condominio in cui è stato trovato privo di vita.

L’ipotesi sulla quale lavorano gli investigatori è che sia stato attirato in una zona isolata, dove è scattato l’agguato.

Non è chiaro al momento se l’agguato mortale, avvenuto in una stradina di Soccavo poco trafficata che collega la parrocchia di Santa Maria delle Grazie con l’area alle spalle dell’ex Campo Paradiso, sia una ‘risposta’ a quanto accaduto nel pomeriggio di ieri, martedì 17 maggio, quando sempre a Soccavo un 44enne già noto alla polizia, Antonio Ernano, è stato raggiunto da un proiettile al gluteo sinistro.

L’uomo è arrivato intorno alle 17 al pronto soccorso dell’ospedale San Paolo di via Terracina a Fuorigrotta accompagnato da un amico. Le sue condizioni, dopo esser stato assistito dai sanitari, non sono gravi. Agli agenti di polizia intervenuti nel nosocomio ha riferito di essere stato avvicinato da sconosciuti in via vicinale Palazziello che poco dopo hanno iniziato a sparare. Sul posto sono stati ritrovati due bossoli. La zona è ritenuta dagli investigatori sotto il controllo del clan Vigilia.

Ernano, cognato del boss del clan Vigilia Alfredo Vigilia, soprannominato “‘0 Niro”, nel 2016 era stato arretato perché facente parte di una banda di rapinatori specializzati in colpi nei supermercati di Soccavo.

Redazione