Il caso del ‘paziente di San Paolo‘ suscita cauto ottimismo nella lotta al virus Hiv. Un uomo è stato trattato con un mix di farmaci ed è guarito. Il virus era stato eradicato soltanto in altre due occasioni: in quel caso i pazienti – a Londra e Berlino – erano stati sottoposti a trapianto di midollo. Il paziente di San Paolo potrebbe essere quindi il primo a guarire senza trapianto.

Il caso è stato descritto alla conferenza Aids 2020, che si è tenuta in forma virtuale. Il paziente è stato definito ‘di San Paolo’ perché in cura nella città brasiliana. Gli esperti dell’università federale hanno spiegato che la cura consisteva in un mix aggressivo di antiretrovirali e nicotinamide (vitamina B3).

L’uomo ha smesso i trattamenti a marzo 2019 e il virus non è più tornato, secondo quanto riscontrato dai test condotti ogni tre settimane. Il paziente di 36 anni era risultato positivo nel 2012 e partecipava alla sperimentazione di una terapia mirata a ‘stanare’ il virus dai ‘reservoir’ che ha nelle cellule e che lo fanno tornare se si sospendono i trattamenti usuali. “Anche se è un caso isolato potrebbe essere la prima remissione di lungo termine dell’Hiv senza un trapianto”, ha detto al New York Times Ricardo Diaz, uno dei ricercatori coinvolti. Un altro caso, di un bambino, curato un mix di farmaci che era stato in remissione per due anni ha poi invece visto il ritorno del virus.

L’AIDS è causato dal virus dell’immunodeficienza umana, HIV. Rende le persone più suscettibili a infezioni e allo sviluppo di tumori. Si trasmette per via sessuale, con la trasfusione di sangue, durante la gravidanza, il parto e l’allattamento al seno. Nel 2009 l’Organizzazione Mondiale della Sanità aveva stimato che 33,4 milioni di persone vivono con l’HIV/AIDS, con 2,7 milioni di nuove infezioni e 2 milioni di morti all’anno. La malattia è stata individuata nel 1981 e avrebbe avuto origine in Africa centro-occidentale. Si tratta di una zoonosi: ovvero infezione attraverso un salto di specie, in questo caso da primati a esseri umani. Non è stato mai trovato un vaccino.

Redazione