È stato un risveglio sconvolgente per la Calabria, colpita nell’aria tirrenica da un maltempo improvviso e violento. Nubifragi, vento forte, colate di fango hanno creato disagi nella zona della provincia di Reggio Calabria. La situazione peggiore riguarda al momento Scilla: piccolo comune di neanche cinquemila abitanti, affacciato sul promontorio dello stretto di Messina, in questi giorni popolata di turisti come ogni estate.

La pioggia caduta abbondante e fitta ha provocato lo straripamento del canale Livorno: la colata di fango si è riversata fino al lungomare della Marina Grande trascinando qualsiasi cosa si trovasse lungo il percorso dopo che sono esondati i canali di scolo. Bloccate le auto parcheggiate e in circolazione. Danni alle attività commerciali, allagamenti perfino all’interno delle abitazioni. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco. Le foto della violenta e improvvisa bomba d’acqua stanno facendo il giro del web.

Il maltempo sembra essersi concentrato in alcuni punti precisi del paese. Una testimone diretta, una turista, ha infatti raccontato al Riformista di non aver incontrato disagi lasciando Scilla, percorrendo il tratto di Chianalea di Scilla. “Piovigginava, ci saranno stati problemi in altri punti del paese. I carabinieri ci hanno detto che la situazione era tranquilla giù. Non ho visto niente di quelle foto che stanno girando”.

Disagi e maltempo anche a Reggio Calabria. Lacnews24 riporta delle strade nel quartiere Archi che si stanno riempiendo di acqua mentre sulla via Garibaldi a Campo Calabro la strada è un fiume in piena. Allagato il lungomare di Gallico, nella zona a nord di Reggio Calabria, dove le automobili parcheggiate hanno cominciato a galleggiare. Non ci sono le condizioni per circolare in sicurezza. I rifiuti che si sono accumulati nelle scorse settimane nel quartiere Arghillà hanno preso anche quelli a galleggiare in strada compromettendo la viabilità.

Le forze dell’ordine sono sul posto, una ventina gli interventi dei Vigili del Fuoco. Altri disagi anche a Villa San Giovanni. Il temporale si starebbe spostando velocemente verso il basso Ionio reggino. Le precipitazioni potrebbero concentrarsi nelle prossime ore nei comuni dell’area costiera come Melito Porto Salvo, Marina San Lorenzo, Condofuri e Bova Marina.

Giornalista. Ha studiato Scienze della Comunicazione. Specializzazione in editoria. Scrive principalmente di cronaca, spettacoli e sport occasionalmente. Appassionato di televisione e teatro.