Zero nuovi contagi a Bergamo e provincia. È le prima volta dall’inizio della pandemia. Non accadeva dalla fine di febbraio. Quella di Bergamo è diventata una delle province più colpite dal coronavirus nella Regione più colpita, la Lombardia.

Tra metà marzo e metà aprile la bergamasca aveva fatto registrare i picchi più alti di contagiati e di morti. Numeri poi sottostimati, visti i casi sommersi di positivi e di decessi. Il 23 marzo il giorno nero con 715 nuovi casi e 251 vittime. Da alcune settimane i casi registrati erano solo qualche decina.

Hanno fatto il giro del mondo le immagini dei convogli militari che la sera del 19 marzo hanno trasportato fuori regione le salme delle vittime. Non c’era più spazio nei forni crematori del cimitero Monumentale di Milano. Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha voluto celebrare una cerimonia funebre proprio a Bergamo in onore delle vittime che non avevano potuto avere dei funerali a causa delle norme anti-covid. “Bergamo è il cuore dell’Italia”, aveva detto il Capo dello Stato in quella occasione.

L’attenzione a Bergamo resta comunque alta soprattutto per chi arriva dall’estero. Test si stanno effettuando alla fiera della città per chi arriva in volo dall’aeroporto di Orio al Serio.

Redazione