È morto all’età di 72 anni Flavio Bucci, attore noto per il personaggio di Antonio Ligabue e comparso in decine di film, come “Il Marchese del Grillo” con Alberto Sordi o “Il divo” di Paolo Sorrentino. A darne l’annuncio su Facebook sindaco di Fiumicino Esterino Montino. Bucci da tempo risiedeva a Passoscuro, sul litorale romano.

Nato a Torino da una famiglia originaria del Molise, Bucci si era ormato professionalmente presso la Scuola del Teatro Stabile di Torino, dopodiché era stato chiamato al cinema da Elio Petri, che lo volle in “La classe operai va in paradiso” e come protagonista del suo film “La proprietà non è più un furto”. Il successo arriva nel 1977 interpretando per la Rai “Ligabue”, mentre il suo ultimo lavoro è nel film del 2018 di Nour Aya “La cornice”.

Bucci ha recitato da protagonista anche in numerose pièce teatrali, da “Uno, nessuno e centomila” a  “Il fu Mattia Pascal” fino a “Chi ha paura di Virginia Woolf?”.