Una vita segnata da grandi successi e da grandi amori, quelli per i suoi storici compagni Sergio Iapino e Gianni Boncompagni. Raffaella Carrà, la straordinaria show girl, conduttrice e cantate che si è spenta oggi all’età di 78 anni, ha avuto un cuore che non è mai stato “vagabondo”, come cantava in sua canzone.

Sergio e Gianni sono stati con Raffaella, scomparsa oggi pomeriggio dopo una dopo una malattia che da qualche tempo l’aveva colpita, artefici di decenni di grande televisione italiana.

L’AMORE CON BONCOMPAGNI – Con Gianni Boncompagni, celebre autore televisivo e artefice anche dei suoi maggiori successi musicali, la ‘love story’ è durata undici anni. I due si conobbero a Roma nel 168 grazie ad una intervista realizzata in piazza di Spagna, ma la relazione iniziò l’anno seguente, “con calma”, come rivelò Raffaella in una intervista del 2012, anche perché la madre di lei non vedeva di buon occhio Boncompagni, ‘reo’ di essere 9 anni più grande della showgirl e di essere già separato con tre figli.

Col rapporto con Boncompagni Raffaella era diventata di fatto ‘mamma’ dei bambini dell’autore televisivo, Claudia, Paola e Barbara. Quest’ultima aveva raccontato al Corriere che “per noi è stata un po’ una mamma, quella che ci era mancata”. Il rapporto invece con Gianni era diventato più complicato a causa degli impegni lavorativi, anche perché gli anni Settanta sono stati quelli del primo ‘boom’ nella carriera di Raffaella: costanti viaggi in Sudamerica e Spagna, mesi trascorsi fuori casa e “un rapporto, in queste condizioni, fatalmente cambia”, aveva raccontato Raffaella.

In effetti la relazione sentimentale tra i due termina nel 1980, ma non il sodalizio lavorativo che, al contrario, continuerà anche negli anni successi. Insieme infatti, grazie ad una profonda amicizia, firmeranno altri programmi di successo, in particolare ‘Pronto, Raffaella?’ dal 1983 al 1985, che permetterà alla Carrà di vincere titolo di Personaggio televisivo femminile a livello europeo consegnato dalla European TV Magazines Association nel 1984.

LA RELAZIONE DI 17 ANNI CON IAPINO – L’amore con Sergio Iapino nascerà nel 1981, quando il regista, autore televisivo e coreografo italiano era un semplice assistente coreografo di Gino Landi per la trasmissione ‘Millemilioni’. In una intervista concessa a TV Sorrisi e Canzoni raccontò il colpo di fulmine tra i due: “Facevo pure il ballerino ma un po’ meno, perché dovevo guardare gli altri e insegnare loro i movimenti. cevo con lei un romantico passo a due per insegnarlo a un altro. Accadde lì: ci siamo guardati negli occhi ed è scattata la scintilla”.

La storia tra i due terminò dopo 17 anni, nel 1997, alla vigilia della messa in onda del programma ‘Furore’ che i due avevano scritto insieme. A chiarire la fine del rapporto fu la stessa Raffaella dopo che Iapino venne paparazzato in compagnia di una corista del programma ‘Tira e molla’. “Oggi sarei libera di amare chi voglio in tutta chiarezza perché da tempo Sergio Japino ed io abbiamo deciso di dividere le nostre strade pur rimanendo profondamente legati”, scrisse in una lettera inviata al direttore di Novella2000, che aveva pubblicato le foto di Raffaella in compagnia di un dentista romano, storia subito smentita.

Napoletano, classe 1987, laureato in Lettere: vive di politica e basket.