Non ce l’ha fatta Bartolomeo Pepe, 59 anni, ex senatore del Movimento 5 Stelle e sostenitore del movimento No Vax. E’ morto nelle scorse ore all’ospedale Cotugno di Napoli, specializzato in malattie infettive, dove era ricoverato in terapia intensiva per una polmonite interstiziale dovuta alla positività al covid-19. Pepe era ricoverato da alcuni giorni nel nosocomio partenopeo per insufficienza respiratoria e gli era stato applicato un casco per la ventilazione.

La situazione clinica è peggiorata nel corso delle ultime ore fino al drammatico epilogo. Originario di Casalnuovo (Napoli), era stato eletto nel 2013 con il Movimento 5 Stelle. Nel 2015 è passato al gruppo di centro-destra Grande Autonomie e Libertà, aveva da sempre espresso posizioni al limite, molto vicine ai complottisti, a partire da quelle che legano autismo e vaccini tanto da portare le sue tesi fino a Montecitorio.

Quando è scoppiata la pandemia, Pepe aveva definito il covid-19 una “ridicola isteria”.

“Apprendo con dispiacere della morte dell’ex senatore Bartolomeo Pepe. Alla sua famiglia e ai suoi cari le condoglianze del nostro gruppo parlamentare”. E’ quanto dichiara Davide Crippa, capogruppo del Movimento cinque stelle alla Camera dei deputati, commentando la notizia della morte.

 

Napoletano doc (ma con origini australiane e sannnite), sono un aspirante giornalista: mi occupo principalmente di cronaca, sport e salute.