Il primo film della storia è L’uscita dalle officine Lumière, in lingua originale La Sortie de l’usine Lumière. La pellicola dura circa 45 secondi e per questo motivo non può essere considerato molto più che un cortometraggio. Venne diretta nel 1985 da Louis Lumière, che lavorò alla produzione insieme al fratello Auguste.

L’uscita dalle officine Lumière è considerato il primo film di sempre in quanto fu incluso nella prima proiezione del 28 dicembre 1985 al Salon Indien del Grand Café di Boulevard des Capucines a Parigi.

L’idea della proiezione collettiva a pagamento fu di Antonie Lumière, padre degli inventori del cinematografo Auguste e Louis. Il costo dello spettacolo era di circa un euro. Alla prima proiezione parteciparono soltanto una trentina di persone ma nel giro di pochi giorni l’esperimento si rivelò un successo. La sortie de l’usine Lumière venne girato a Montplaisir, alla periferia di Lione, nella prima parte del 1985. L’edifico al n° 25 di Rue Saint Victor è stato demolito nel 1970, fatta eccezione per il magazzino che compare nel corto che è stato classificato come monumento storico e destinato alla sala cinematografica dell’Istituto Lumière. Del film esistono tre versioni che si differenziano per diversi elementi, come le condizioni atmosferiche e l’arrivo di una carrozza. Nell’inquadratura fissa in bianco e nero, prima le donne e poi gli uomini escono dalla fabbrica senza mai guardare nella macchina se non furtivamente. Il movimento è continuo, ci sono anche un cane e una bicicletta, e si conclude soltanto quando quasi tutte le comparse sono fuori dalla struttura.
I fratelli Lumière gireranno nella loro carriera circa 1.500 film. Tra questi anche L’arrivo di un treno alla stazione di La Ciotat il quale per molto tempo, e a volte ancora oggi, è stato erroneamente considerato come il primo film della storia. Ma questo corto non venne proiettato al Salon Indien nel dicembre 1985.