Una gaffe o una scelta precisa per cavalcare i trend topic del momento e provare a conquistare qualche altro voto a poche ore dalla chiusura dei seggi? La ‘Bestia‘ della Lega e di Matteo Salvini spiazza ancora una volta con il tweet di cordoglio, pubblicato sull’account ufficiale della Lega, per la morte del campione di basket Nba Kobe Bryant, precipitato a bordo del suo elicottero insieme alla figlia di 13 anni e ad altre sette persone. A
Alla fine del messaggio per ricordare l’ex cestista dei Los Angeles Lakers gli hashtag sono però quelli relativi alle regionali in Emilia-Romagna:  #26gennaiovotoLega e anche #Borgonzonipresidente. Immediate le polemiche sui social da parte degli utenti che hanno spinto la ‘Bestia’ a rimuovere il cinguettio con un messaggio di scuse.  “A causa di un disguido tecnico è stato pubblicato un tweet errato sulla scomparsa di Kobe Bryant. Ci scusiamo per l’inconveniente”. “Sciacalli maledetti. Per giunta vigliacchi che cancellate” scrive un utente. “Questa è la Lega, sciacalli, vergogna!” commenta un altro.
“È accaduto ciò  – spiega un tweet della Lega – tutti i post di Lucia Borgonzoni in questi giorni venivano automaticamente rilanciati anche sui canali Lega con l’aggiunta, automatica, degli hashtag elettorali. Ciò ha riguardato anche il post di cordoglio per la scomparsa di Kobe Bryant e ce ne scusiamo”.