C’è grande preoccupazione per la situazione del carcere di Carinola nel casertano. È morto dopo aver Contratto il Covid un altro agente di polizia penitenziaria, è il terzo in cinque giorni. Angelo De Pari, 56 anni, sposato, è spirato al Covid center dell’ospedale di Maddaloni.

“Esprimo cordoglio e vicinanza alla famiglia dell’agente De Pari – ha detto Samuele Ciambriello, garante regionale dei detenuti – È il terzo operatore morto di Carinola che si è ammalato ad inizio mese. In diverse regioni è partita la vaccinazione per agenti di polizia penitenziaria in Campania no. Il 21 gennaio il commissario per l’emergenza Covid Domenico Arcuri aveva assicurato: ‘In un momento successivo a chi ha più di 80 anni è previsto che detenuti e personale carcerario possano ricevere la vaccinazione’. Così non è stato”.

“Non si sono completate le fasce di età più a rischio e si è iniziato con docenti, personale scolastico, psicologi… Ho chiesto all’amministratore dell’Asl Na 1 centro competente per le carceri di Poggioreale e Secondigliano di intervenire, pur comprendendo che non arriva in Campania un numero adeguato di vaccini. Chiedo la convocazione urgente dell’Osservatorio regionale della sanità penitenziaria. In Campania dall’inizio della pandemia siamo a cinque agenti morti, quattro detenuti e un medico del carcere di Secondigliano. Non si può continuare a morire di carcere e in carcere”.