La situazione dei contagi nelle carceri campane continua ad essere critica. Ne ha piena contezza il garante dei detenuti della Campania Samuele Ciambriello. “La seconda ondata ha portato nel sistema carceri più contagiati e morti della prima – ha detto – Per la politica il carcere resta una zona grigia. Una risposta semplice a problemi complessi”.

“La pena, ad oggi, porta con sè un sovraccarico di sofferenze e umiliazione non scritto in sentenza e, soprattutto, non riesce a ricostruire una nuova identità sulla quale innestare un percorso di cambiamento – continua il Garante – Quattro detenuti morti per Covid in Campania, un agente di polizia penitenziaria di santa Maria Capua Vetere, il medico sanitario di Secondigliano”.

Nel fare la conta dei danni del Coronavirus lancia l’allarme: “La politica minimizza – dice – I dati di oggi sono: Totale regione 48 detenuti contagiati, Poggioreale 3,un ricoverato in ospedale, Secondigliano 44 detenuti e 2 esterni in ospedale, Benevento 1 Totale personale, agenti e operatori penitenziari e sanitari 78”.