Un uomo è stato accoltellato mentre era in fila per entrare al British Museum di Londra. L’aggressione è avvenuta stamattina intorno alle 10 (le 11 in Italia). La vittima è stata ricoverata in ospedale per una grave ferita al corpo, probabilmente al braccio. L’episodio è stato confermato da Scotland Yard  che conferma di aver fermato un sospettato. Attimi di panico si sono vissuti all’esterno del celebre museo londinese, evacuato anche all’interno in attesa degli accertamenti della polizia.

Il presunto aggressore è fuggito ma è stato poco dopo arrestato a breve distanza, ha spiegato la polizia. E’ accusato di “lesioni gravi” e al momento non si conoscono la sua identità e le sue motivazioni. Scotland Yard ha precisato che l’attacco non è legato al terrorismo e assicurato che non vi sono rischi per il pubblico. Successivamente il museo ha riaperto i battenti per i visitatori, aumentando però i controlli di sicurezza all’ingresso.

Secondo la testimonianza di un gestore di un negozio di souvenir, la vittima sarebbe un uomo di mezz’età aggredito e accoltellato mentre era in coda per entrare al museo in Great Russell Street. L’uomo ha cercato di fuggire e “perdeva sangue ovunque”. L’aggressore, ha aggiunto, è stato poco dopo arrestato nella vicina Coptic street. Un altro testimone ha detto alla Bbc di aver visto “un uomo arrabbiato” che ha estratto un coltello “come un machete” e colpito la sua vittima, che in questa versione, viene definita come “un giovane uomo”.

 

Redazione

Autore