In tempo di distanziamento sociale è originale chi utilizza il cibo come comune denominatore per unire pietanze e popoli. E’ il caso di ‘Hermano’s’ Fusion Experience in via Gallia nel quartiere Appio-Latino. Un progetto ideato e realizzato da Amedeo Di Pasqua che negli ultimi anni ha firmato progetti importanti nella Capitale. ‘Hermano’s’ prende ispirazione dalla parola quechua ‘Ayni’, un concetto di origini antichissime. Se la sillaba ‘ay’ indica un pericolo, la sillaba ‘ni’ indica l’esatto opposto, ovvero rigenerazione. La parola acquisisce quindi il significato di sostegno nelle situazioni di difficoltà, sostegno basato sull’aiuto reciproco. Ecco spiegato il concetto di fratellanza in cucina, ben esaltato dalla presenza di Jhoanpierre Rivera – per il mondo delle Pr per tutti è ‘Papi’ – punto di riferimento per la comunità peruviana a Roma.

LA PROPOSTA CULINARIA

La proposta culinaria è davvero unica e punta sulla varietà delle portate e sulla qualità delle materie prime utilizzate dallo chef Elias Peralta. Ricette tipiche della ‘tradizione latina’ – in particolare della cucina peruviana – valorizzate con innovazione e secondo il concetto del ‘fatto a mano’. Piatti che si declinano a meraviglia consumando al tavolo, ma che si inseriscono nel segmento dello streetfood poiché adatti sia in versione asporto che delivery.

DA NON PERDERE

Tra i piatti da non perdere il ‘Chevice de mar’, cruditè di pesce con salsa di lime aji amarillo e menta; ‘Papa rellena’, crocchetta di patate con cuore di carne di manzo saltata sul wok con olive pomodoro e cipolla, realizzata in due versioni: con pistacchio e con la paprika; ‘Iomo saltado’, carne di manzo saltata al wok con cipolla pomodoro e salsa di soia. Altre due chicchette: il ‘Tiradito, crudité di pesce; e i ‘Burritos de arroz’ con riso saltato in padella.
E’ il ritorno del ‘soul food’, che Amedeo Di Pasqua ha declinato in modo originale nella cucina fusion latina-americana con ‘Hermano’s’ in via Gallia.

Redazione