Un incredibile temporale ha colpito nel primo pomeriggio al città di Palermo, allagando il capoluogo siciliano in poche ore e provocando una tragedia. Due persone sono morte, intrappolate all’interno della loro vettura. Le vittime viaggiavano insieme quando sono rimaste bloccate nell’auto, sorpresa dalla ‘piena’ nel sottopassaggio di via della Regione.

La pioggia, iniziata nel primo pomeriggio, è caduta con intensità per circa tre ore. Sono stati ricoverati invece in ospedale per ipotermia due bambini, il più piccolo di soli 9 mesi, intrappolati in auto insieme ai loro genitori sempre nel sottopasso di viale della Regione.

I sommozzatori sono riusciti anche a salvare una ragazza rimasta intrappolata nella sua auto, sommersa dall’acqua in via Imera. La giovane è stata estratta da due squadre dei vigili del fuoco e dai sub pochi minuti prima che il livello d’acqua superasse la vettura.


La situazione attualmente è migliorata ed ha smesso di piovere, ma le chiamate ai vigili del fuoco sono state decine, con diversi interventi di polizia e vigili del fuoco per salvare gli automobilisti intrappolati nelle loro auto nei sottopassaggi allagati per il maltempo. In alcuni di questi gli automobilisti sono stati costretti a lasciare le auto salvandosi a nuoto.

Per il sindaco Leoluca Orlando, che chiarisce come “in meno di due ore” sia caduta “oltre un metro di piogggia”, si è trattato della pioggia “più violenta nella storia della città almeno dal 1790, pari a quella che cade in un anno. Una pioggia che nessuno, nemmeno i meteorologi che curano le previsioni nazionali, avevano previsto, tanto che nessuna allerta di Protezione civile era stato emanata per la nostra città”

LE POLEMICHE – L’allagamento in città ha provocato forti polemiche, col Comune che ha lamentato il mancato allarme da parte delle autorità preposte. Per Alessandro Di Martino, amministratore della partecipata comunale Amap, “la bomba d’acqua che ha colpito la città come altre città in tutta la penisola non era stata preannunciata e quindi non erano attive le normali misure di prevenzione previste in caso di allerta meteo. Sono situazioni meteorologiche estreme e non prevedibili almeno in questa intensità, ma l’Amap sta intervenendo con tutte le proprie strutture”.

Sul caos nel capoluogo siciliano si è ‘buttato’ anche il leader della Lega Matteo Salvini: “A furia di pensare solo agli immigrati, il sindaco Orlando dimentica i cittadini di Palermo: basta un temporale e la città finisce sott’acqua, per non parlare delle bare accatastate al cimitero dei Rotoli. I palermitani meritano molto di più”, sono le parole dell’ex ministro dell’Interno.