Due persone sono state uccise e altre ferite a coltellate in un nuovo attentato a Londra, che la polizia ha dichiarato “terroristico”. È successo vicino al London Bridge, nel centro della capitale britannica, a due passi dalla Torre di Londra. È lo stesso ponte dove un attentato era già avvenuto nel giugno 2017, rivendicato dallo Stato islamico. Un furgone aveva travolto la folla, prima che tre occupanti pugnalassero dei passanti al Borough Market: il bilancio fu di 8 morti e una 50ina di feriti.

Nel marzo dello stesso anno un uomo si era schiantato in auto contro i cancelli di Westminster, per poi pugnalare a morte un poliziotto, causando in tutto 5 vittime. E due mesi più tardi 22 persone, tra cui due bambini, erano morti in un attacco a un concerto di Ariana Grande, a Manchester.A pochi passi dal London Bridge una persona ha iniziato ad attaccare i passanti, armata di coltello, ed è stata disarmata e bloccata da alcuni presenti, poi colpita da spari della polizia intervenuta sul posto.

LEGGI ANCHE – Olanda, assalto con coltello nelle vie dello shopping all’Aia: 3 feriti [VIDEO]

L’uomo è morto sulla scena. “Il sospetto, un uomo, è stato ferito a colpi d’arma da fuoco dagli ufficiali armati specializzati della City e posso confermare che è morto sul posto”, ha dichiarato Neil Basu, capo della polizia antiterrorismo. Ha anche aggiunto che l’assalitore aveva indosso un dispositivo, che si è poi rivelato un falso ordigno esplosivo. L’aggressione è iniziata intorno alle 14 locali e la zona è stata isolata dalla polizia nel giro di pochi minuti, mentre la stazione ferroviaria locale è stata chiusa. Il sindaco di Londra, Sadiq Khan, ha commentato: “Resteremo uniti e determinati di fronte al terrorismo. Coloro che vogliono attaccarci e dividerci non riusciranno farlo”, ha aggiunto, chiedendo ai cittadini di essere “vigili”. Il premier Boris Johnson ha parlato di un “fatto scioccante”, elogiando “l’immenso coraggio” degli agenti intervenuti.

Redazione