Antonella Roccuzzo c’è praticamente sempre stata per Lionel Messi. È la sua compagna da una vita, si conoscono da bambini. E lei c’è anche in questi giorni, dopo l’addio all’Fc Barcelona e l’arrivo al Paris Saint Germain. I due si sono sposati il 30 giugno 2017, a Rosario, la città in Argentina dove sono nati entrambi. Hanno avuto tre figli: Thiago, Mateo e Ciro nati nel 202, 2015 e 2018.

Il giornale argentino La Capital de Mar del Plata nel 2019 ha pubblicato una foto nella quale si vedono i due, giovanissimi, ragazzini, sulla spiaggia di Punta Mogotes in Argentina. All’epoca la “pulga” giocava nel Newell’s Old Boys, ed era in trasferta per il torneo di Balcarce. Su quella spiaggia era con il compagno di squadra dell’epoca Lucas Scaglia, cugino di Roccuzzo. “La conosco da quando avevo cinque anni – ha detto una volta il campione – l’ho vista crescere e lei altrettanto. Non ho mai avuto dubbi, è lei la donna della mia vita”.

Roccuzzo è nata il 26 febbraio 1986. E ha origini italiane come Messi. Se le origini dell’attaccante sono di Recanati, nelle Marche, quelle di sua moglie sono calabresi. La 35enne non è appariscente ma comunque sempre al fianco del marito soprattutto nelle occasioni ufficiali. È una superpotenza su Instagram, con oltre 16 milioni e 400mila follower.

Roccuzzo è intervenuta durante la conferenza stampa di addio al Barcellona, passando al marito un fazzoletto per asciugarsi le lacrime. E ha accompagnato con i figli il marito a Parigi alla presentazione di oggi al Parc des Princes. “Quanto è difficile riassumere in poche righe tutti questi anni! – ha scritto Roccuzzo su Instagram pubblicando una foto con il marito e i tre figli dopo l’addio alla Catalogna – Tante emozioni che hanno lasciato le loro tracce per sempre nelle nostre vite. Ma come recita il detto: quello che non uccide fortifica!! E con la famiglia come base andremo in campo un’altra volta, più forti che mai. Andremo insieme dove sarà, ma sempre avanti!!!!!”.

Giornalista. Ha studiato Scienze della Comunicazione. Specializzazione in editoria. Scrive principalmente di cronaca, spettacoli e sport occasionalmente. Appassionato di televisione e teatro.