Nel 2020 per rappresentare i cambiamenti nelle abitudini di spesa entrano nel paniere Istat automobili elettriche e ibride-elettriche, sia nuove che usate, il monopattino elettrico, il sushi take away e la consegna pasti a domicilio, il servizio di barba e baffi che si affianca al taglio capelli uomo, gli apparecchi acustici, i trattamenti estetici per uomo. A comunicarlo è l’Istat, che precisa come nessun prodotto esce dal paniere nel 2020 poiché tutti quelli già presenti nel 2019 non mostrano segnali di obsolescenza tali da motivarne l’esclusione.

Nel 2020, precisa ancora l’Istat, sono 1.681 i prodotti elementari che compongono il paniere utilizzato per gli indici dei prezzi al consumo NIC e FOI, raggruppati in 993 prodotti e 410 aggregati di prodotto (nel 2019 1.507 prodotti elementari, articolati in 922 prodotti e 407 aggregati di prodotto).

Il paniere 2020 per l’IPCA comprende 1.700 prodotti elementari, raggruppati in 1.012 prodotti e 414 aggregati di prodotto (nel 2019 i prodotti elementari erano 1.524, i prodotti 914 e gli aggregati di prodotto 411).

PREZZI AUMENTATI DELLO 0,9% – L’istituto nazionale di statistica certifica inoltre che i prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona aumentano a gennaio dello 0,9% su base annua e quelli dei prodotti ad alta frequenza d’acquisto dell’1,4% (rispettivamente da +0,6% e da +1,0% del mese precedente), registrando in entrambi i casi una crescita più sostenuta di quella riferita all’intero paniere.