Windows 11 è arrivato. Il nuovo sistema operativo di Microsoft è infatti disponibile già dalle prime ore di lunedì sera, in leggero anticipo rispetto al 5 ottobre, data odierna in cui doveva avvenire la release ufficiale.

Il nuovo sistema operativo del colosso di Redmond arriva a fari spente, senza presentazioni o lanci pubblici in grande stile come fa la ‘concorrenza’ Apple. Di fatto Windows 11 viene lanciato sul mercato come un semplice aggiornamento per i dispositivi compatibili, ma soprattutto gratis.

CHI PUO’ SCARICARLO – L’ultima versione del sistema operativo Microsoft non è per tutti, anche se i requisiti di sistema non sono particolarmente esosi dal punto di vista hardware. L’installazione richiede infatti un processore da 1 GHz con due o più core e 64-bit, 4Gb di Ram e almeno 64Gb di spazio interno sul proprio Hard Disk. Altra richiesta di sistema è uno schermo HD da almeno 9 pollici. Tutti requisiti che saranno controllati automaticamente dall’app PC Health Check, che analizza le prestazioni del proprio pc.

La nuova versione del sistema operativo non sarà disponibile per a tutti a partire da oggi. La distribuzione, come accade spesso in questi casi, sarà graduale e verrà completata soltanto nei primi mesi del 2022.

COME SI INSTALLA – L’installazione dell’ultima versione di Windows è, ovviamente, automatica. Il tutto passa da Windows Update o, a scelta dell’utente, andando sul sito di Microsoft e scaricare l’Assistente per l’installazione che ci guiderà all’installazione.

Per scaricare e installare Windows 11 è stato reso obbligatorio il login con un account Microsoft, con email che dovrà essere dell’universo dei servizi della società. Inoltre è obbligatorio che il pc sia connesso ad internet al momento dell’installazione.

Da Windows 11 si potrà anche tornare indietro. Se l’utente non è soddisfatto dei nuovi aggiornamenti ha dieci giorni reinstallare Windows 10 conservando i file e i dati trasferiti. Al termine dei dieci giorni sarà comunque possibile effettuare il ‘downgrade’ alla precedente version del sistema operativo, ma la procedura sarà diversa: si dovrà procedere con un classico backup dei dati, che altrimenti saranno persi nell’installazione.

Il suggerimento inoltre è di eseguire l’installazione di notte: il procedimento può durare ore e quindi è sconsigliabile farlo durante l’orario lavorativo.

COM’E’ IL NUOVO WINDOWS 11 – Il nuovo sistema operativo della società di Redmond cambia soprattutto dal punto di vista grafico. L’interfaccia utente è sicuramente più semplice e ‘user friendly’, con la grossa novità del pulsante Start posto in posizione centrale, seguito dalle app sulla nuova barra delle applicazioni.

Nuovi anche i Widget, un feed personalizzato che consente all’IA di proporre all’utente contenuti su misura dei suoi interessi. Come i Widget è nuovo anche il Microsoft Store, più “libero” per gli sviluppatori e meno regolamentato.

Redazione