L’assessore della Regione Lombardia Alessandro Mattinzoli è risultato positivo al coronavirus. Lo riferiscono in una nota il presidente Attilio Fontana e l’assessore al Welfare Giulio Gallera.

Mattinzoli è attualmente ricoverato in ospedale, ha la febbre alta ma non sarebbe in terapia intensiva. Chi ha potuto sentirlo in queste ore lo ha definito “tranquillo”. Dalla Regione assicurano inoltre che Mattinzoli non ha mai partecipato alle riunioni dell’Unità di crisi, attivata in Regione per affrontare e contenere i contagi.

TEST PER TUTTA LA GIUNTA LOMBARDA – Nel comunicato diramato dal governatore si spiega che “come previsto per gli operatori dei servizi essenziali di pubblica utilità, tutta la Giunta si sottoporrà ai test di accertamento”. “Per questo siamo stati costretti a rinviare la visita agli ospedali di Lodi, Codogno e Cremona”, dichiarano Fontana e Gallera, con l’incontro che era previsto alle 9:30 all’ospedale di Lodi, da dove si sarebbero collegati a Palazzo Lombardia per partecipare alla seduta di giunta convocata per le 10. “Una volta ottenuti gli esiti, attiveremo le procedure previste dai protocolli di Regione Lombardia, condivise con il ministero della Salute e l’Istituto superiore di sanità per i contatti diretti”, aggiunge Gallera.

CHI E’ L’ASSESSORE MATTINZOLI – Alessandro Mattinzoli, assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia, 60 anni, è nato il 30 agosto 1959 a Desenzano del Garda, in provincia di Brescia. Imprenditore nel settore turistico e della ristorazione, è stato sindaco di Sirmione dal 2009 al 2018 e vice presidente della Provincia di Brescia dal 2016 al 2018. Nell’XI Legislatura, il 29 marzo 2018 è stato nominato dal presidente Attilio Fontana assessore regionale allo Sviluppo economico. le materie rientranti nell’incarico sono Industria, imprese e artigianato; Commercio, terziario e fiere.

RIAPRE IL DUOMO DI MILANO – Questa mattina alle 9 ha riaperto ai turisti al Duomo di Milano, pur adottando diverse cautele per l’emergenza coronavirus. L’orario per le visite è stato ridotto e sarà consentito dalle 9 alle 18 con ultimo ingresso alle 17, mentre generalmente i turisti possono accedere dalle 8 alle 19. Anche gli ingressi sono stati contingentati nelle biglietterie fisiche e in tutti gli spazi del Complesso monumentale, con la salita possibile solo a piedi e senza l’utilizzo di ascensori.

PRIMO CASO IN SARDEGNA, UN MORTO NELLE MARCHE – Primo caso in Sardegna. Un uomo ricoverato a Cagliari, secondo quanto si apprende dalla Regione, è risultato positivo. Per la conferma è attesa la verifica dell’Istituto superiore di sanità, a cui è stato inviato il tampone.

“La prima vittima del Coronavirus delle Marche è un anziano di 88 anni con patologie pregresse, deceduto questa mattina all’ospedale Santa Croce di Fano. Era stato ricoverato il 24 febbraio con febbre alta e difficoltà respiratorie ed era risultato positivo al tampone. Esprimo vicinanza alla famiglia e a tutti i suoi cari.Continuiamo a lavorare per fronteggiare l’emergenza con il massimo impegno”. Così Luca Ceriscioli, governatore delle Marche.