“Oggi sento il dolore che dovrebbe essere proibito ad una madre e un padre. Il dolore immenso per la perdita di un figlio forse non passerà mai, va oltre le parole. Volevo solo farti sapere che anche a modo mio ti amavo moltissimo”.

Con queste parole l’ex centrocampista, che ha vestito la maglia del Napoli nella stagione 1996-97, ha annunciato la morte del figlio Joubert Martins Filho, ucciso a colpi di pistola nella notte di giovedì a Piedade, nella zona nord di Rio de Janeiro. Sul caso sta indagando la polizia per omicidio volontario.

“Molte volte volevo solo la tua attenzione – ha continuato l’ex calciatore nel suo post – come tu volevi anche la mia. Oggi piango per non potere cambiare questo passaggio della nostra vista, non volevo che te ne andassi così. So che è troppo tardi per un perdono, ma nel mio cuore lo sarai sempre. Signore aiutami in questo momento difficile della mia vita. Figlio mio, anche se da lontano ero sempre preoccupato per te. Per tanto tempo ho pregato che rimanessi con me. Sarai sempre il mio bambino, con uno splendido sorriso come tuo padre. Chiedo a Dio di prendersi cura di te. Eternamente mio, ti amo”.