Una festa di compleanno organizzata in casa con la partecipazione sabato scorso di una trentina di ragazzi, tra cui uno risultato poi positivo al Covid. È allarme per la festa ‘abusiva’ e in spregio alle regole del Dpcm organizzata a Teano, comune del Casertano, dove il sindaco ha fatto scattare l’allarme.

Il primo cittadino, Dino D’Andrea, ha infatti annunciato su Facebook che “la vicenda della presunta festa e’ oggetto di indagine da parte della polizia municipale” e che “gli eventuali colpevoli di questo gesto insano ed irresponsabile saranno oggetto di sanzioni”.

Dal sindaco è arrivato quindi l’invito ai partecipanti alla festa a recarsi presso il drive-in allestito dalla Brigata Garibaldi e in accordo con UOPC (ufficio di prevenzione collettiva). “Le eventuali persone positive al tampone rapido saranno poi sottoposte a tampone molecolare sempre presso il drive-in della collina di Sant’Antonio”, spiega D’Andrea, che ha invitato le persone coinvolte a “evitare spostamenti fuori dalle proprie abitazioni fino all’esito degli esami”.

Una vicenda comunque “oggetto di indagine da parte della polizia municipale” che, sottolinea D’Andrea, vedrà “gli eventuali colpevoli di questo gesto insano ed irresponsabile saranno oggetto di sanzioni”. A Teano, come ricorda l’Ansa, attualmente sono 115 le persone positive, 48 in più, al netto dei guariti, rispetto al primo gennaio (i positivi erano 73).