“A queste persone vanno i nostri complimenti! Voi si che siete degli eroi! Noi? Non siamo eroi, siamo dei perdenti in quanto assistiamo alla vostra autodistruzione!” Questo il duro sfogo dell’associazione Nessuno tocchi Ippocrate, associazione nata nel 2017 per proteggere e dare voce al personale sanitario aggredito durante l’esercizio delle sue funzioni. In questo caso la critica è diretta al comportamento di quanti, incuranti e indifferenti, hanno ostacolato il passaggio di un’ambulanza del 118 sul Lungomare di Napoli.

“Ambulanza del 118 di Napoli che cerca di farsi spazio tra fiumi di persone che passeggiano sul Lungomare di Napoli mentre a piazza Plebiscito Sal Da Vinci tiene un concerto con migliaia di persone … ed intanto in Campania ed in Italia aumentano di casi di infezione da Coronavirus.
Il primo nemico dell’uomo non è il virus, ma l’uomo stesso. ‘Responsabilità’ è una parola che pochi conoscono e Napoli stasera è l’emblema del menefreghismo e del ‘ma si … divertiamoci … tanto …'”, si legge nel post sulla pagina Facebook dell’associazione.

Uno sfogo simile a quello dell’infermiere dell’Umberto I di Roma. “La rabbia è nostra, del 118, del personale ospedaliero, dei medici del Cotugno – continua il post di NTI – che si trovano fuori all’ingresso del nosocomio orde di ragazzi preoccupati che pretendono il tampone! Noi continuiamo a fare il nostro dovere ed il nostro lavoro, nei mesi scorsi lo abbiamo fatto per poveri anziani che spesso non sopravvivevano, inconsapevoli anche di come aver contratto la malattia, stasera invece per le strade di Napoli ci sono tanti giovani, tante famiglie che sanno benissimo a cosa vanno incontro passeggiando tranquillamente a viso scoperto tra la folla, con quel sorriso beffardo di chi, orgoglioso, sfida la sorte … tanto poi ci siamo noi che ad agosto indossiamo una tuta di plastica, dove ci sono 50 gradi, ed andiamo a casa loro a visitarli”.

LA SITUAZIONE – 18 i nuovi positivi registrati in Campania su 1723 tamponi eseguiti nel resoconto di sabato 15 agosto. A renderlo noto l’Unità di Crisi della Regione Campania. Il totale dei contagiati sale così a 5232. Nessun deceduto, 16 i guariti.