Coltellate all’addome e al torace: un massacro, quello che si sono trovati davanti agli occhi soccorritori e forze dell’ordine nel quartiere Carrassi, a Bari. Vittima una donna di 81 anni, Anna Lucia Lupelli, ritrovata senza vita nella sua abitazione. Sul posto sono intervenuti i soccorritori e le forze dell’ordine, entrati con l’aiuto dei vigili del fuoco. Sul posto anche gli agenti della Squadra Mobile di Bari con la Polizia scientifica, il pm di turno Claudio Pinto e il medico legale Francesco Introna.

La donna, a quanto emerge dalle prime informazioni, viveva da sola. A dare l’allarme, chiedendo l’intervento delle forze dell’ordine, alcuni famigliari che non avevano notizie e non riuscivano a sentire l’81enne ormai da giorni. I rilievi sul luogo del delitto sono ancora in corso. Gli uomini della squadra mobile stanno verificando che non manchino oggetti o altri beni nell’abitazione. L’ipotesi più accreditata, secondo quanto scrive l’Ansa al momento, è quella del furto o della rapina finiti male.

A quanto sembra dalle prime rilevazioni le ferite sembrerebbero avere dimensioni diverse, e quindi potrebbero essere state causate da armi da taglio diverse. Almeno cinque o sei le coltellate che hanno raggiunto la vittima al torace e all’addome. Gli accertamenti, che saranno condotti dall’Istituto di Medicina Legale del Policlinico di Bari, dovranno stabilire se la donna sia stata uccida da un coltello da cucina o da un coltellino. Domani l’esame esterno del cadavere. In seguito potrebbe essere disposta l’autopsia.

Non è ancora stato stabilito se il delitto si sia consumato oggi e se sia avvenuto precedentemente, anche un paio di giorni fa. Al momento non è stata esclusa alcuna pista. Sul caso indaga la Squadra Mobile di Bari con la Polizia scientifica per i rilievi tecnici.

Giornalista. Ha studiato Scienze della Comunicazione. Specializzazione in editoria. Scrive principalmente di cronaca, spettacoli e sport occasionalmente. Appassionato di televisione e teatro.