E’ stato ferito da più di un proiettile alla gamba destra mentre tornava a casa. E’ da poco passata la mezzanotte, in città erano in corso i festeggiamenti per la vittoria della Coppa Italia  (con il Napoli che in finale ha battuto ai rigori la Juventus), quando una pallottola colpisce Vincenzo Vallo, 45enne incensurato e padre di due figli, a pochi metri dalla sua abitazione in vico Mattonelle, stradina compresa tra via Carbonara e via Rosaroll, nel centro città.

Soccorso e trasportato al pronto soccorso dell’ospedale Vecchio Pellegrini, il 45enne ha riportato la frattura della rotula e una prognosi di 30 giorni. Ai poliziotti intervenuti nel nosocomio della Pignasecca, ha raccontato di aver avvertito un improvviso bruciore alla gamba mentre camminava. Sul posto la polizia ha trovato due bossoli calibro 9×21 e un’ogiva. Secondo una prima ricostruzione, Vallo, che ha riferito di non aver ricevuto minacce, sarebbe stato ferito per errore, per sfizio, durante i festeggiamenti in strada. Qualcuno ha premuto il grilletto più volte per “onorare” la vittoria del Napoli senza preoccuparsi di poter ferire o addirittura uccidere qualcuno.

Sempre nella notte dei festeggiamenti, sia polizia che carabinieri, hanno riscontrato diverse denunce di furti o rapine di scooter. Diversi sarebbero gli episodi avvenuti in città. Quello più eclatante, sul quale sono in corso le indagini dei carabinieri della Compagnia Napoli Stella, è avvenuto in via Santi Giovanni e Paolo, non molto distante da via Arenaccia, dove tre ragazzi, armati di pistola (non è chiaro se scenica o vera), hanno assaltato due coetanei mentre si trovavano in sella a uno scooter e, dietro la minaccia dell’arma, si sono fatti consegnare il mezzo per poi allontanarsi rapidamente.  I carabinieri sono a lavoro per ricostruire il percorso dei tre autori della rapina. Al vaglio in queste ore i sistemi di videosorveglianza presenti nella zona.

Il video del raid è già diventato virale sul web.